Opera x Yat: il browser supporta ora gli indirizzi web composti da emoji

Indirizzi web con simboli solitamente utilizzati nelle chat o sui social? Sì, grazie alla collaborazione tra Opera e Yat.

Non solo social network e piattaforme di messaggistica. Le emoji sono un po’ ovunque e continuano ad invadere il web. L’ultima trovata porta la firma di Otello Corporation, azienda norvegese nota principalmente per il browser Opera. Con quest’ultimo – grazie ad un recente accordo – è possibile navigare in rete tramite indirizzi web composti unicamente da emoji.

L’altra società scesa in campo per questa collaborazione è Yat, che vende URL con stringhe di emoji. La partnership si pone l’obiettivo di lanciare nel mondo di Internet un “nuovo livello di creatività”.

Di seguito il commento di Jorgen Arnesen, Executive Vice Presidente of Mobile di Opera:

Sono passati quasi 30 anni da quando il World Wide Web è stato lanciato pubblicamente e non c’è stata molta innovazione in termini di indirizzi web: le persone includono ancora “.com” nei loro URL…

Le pagine Yat sono domini unici generati quando qualcuno acquista una stringa di emoji (a sua volta chiamata Yat). Il proprietario di una Yat, poi, da questa stringa può creare anche un NFT e un metodo per accettare pagamenti.

Stando all’azienda, i primi ad aver dimostrato un certo interesse in questo nuovo “formato” sono i musicisti. Un esempio è quello della cantante Kesha, il cui Yat è composto da un arcobaleno, un razzo e un alieno (le tre emoji sono precedute da “y.at”). Il risultato è il seguente: y.at/🌈🚀👽. Il link rimanda a Kesha’s World, il sito web della pop star di Los Angeles.

Kesha Yat

Secondo Naveen Jain, co-fondatore di Yat, i domini composti da emoji consentono agli utenti di esprimere al meglio la propria identità. Le pagine Yat sono ufficialmente raggiungibili dal 1° febbraio 2022.

Ti potrebbe interessare