MacBook Pro M2: MagSafe e slot SD dopo l’estate

Design piatto, ritorno di MagSafe e Slot SD, e niente Touch Bar né processori Intel. Ecco come sarà il prossimo MacBook Pro di Apple.

Parliamo di

Aggiornamento del 28 aprile 2021

Apple sta lavorando ad una nuova generazione di MacBook Pro, e su questo non ci piove. Sarà caratterizzata da un design più piatto, dal ritorno del MagSafe e dietro-front totale su Touch Bar; includerà uno slot SD e ovviamente, nessuna opzione Intel. Doveva arrivare entro agosto-settembre ma a quanto pare è stato rimandata alla fine dell’anno. E indovinate un po’? Avevamo ragione noi: avrà un processore M2.

Slot SD

MacBook Pro Slot SD

La prossima generazione di portatili professionali di Apple assommerà la crème de la crème delle migliori feature mai viste su MacBook Pro, vecchie e nuove. Avrà un design piatto e squadrato, molto “simile ad iPhone 12″e costituirà il più corposo aggiornamento della linea da 5 anni a questa parte.

E stando alle indiscrezioni di Bloomberg, includerà un lettore SD integrato come i vecchi Pro:

Il nuovo MacBook Pro è un esempio del rinnovato impegno di Apple verso i lealisti Mac. La società sta pianificando di reintrodurre lo slot SD nei prossimi MacBook Pro così che gli utenti possano inserire memory card dalle fotocamere digitali. La feature era stata rimossa nel 2016, nella costernazione dei fotografi professionisti e dei creatori di video, segmenti chiave della base utenza del MacBook Pro.

E sulla stessa lunghezza d’onda troviamo anche Ming-Chi Kuo, che in una recente nota agli investitori annuncia:

“Prediciamo che i due nuovi MacBook Pro di Apple della seconda metà del 2021 avranno significative modifiche in termini di specifiche e design. Alcuni dei cambiamenti pratici per gli utenti riguarderanno l’equipaggiamento con un lettore SD e una porta HDMI.”

Da qualche anno a questa parte, infatti, i portatili professionali di Cupertino includono solo (poche) porte Thunderbolt/USB-C che hanno costretto tutti noi ad armarci di dongle, adattatori e hub per sopperire alle lacune di espandibilità.

Sì Magsafe, No Touch Bar

MacBook Pro 2021 -MagSafe

Tuttavia l’aspetto più interessante, spiega l’analista, è che Apple manderà in pensione la Touch Bar per sostituirla coi pulsanti fisici. In più, farà il gran ritorno il connettore MagSafe, forse rivisto e corretto, anche se non è chiaro come questo si sposerà con il design tutto USB-C degli ultimi anni. Qui di seguito, un compendio sintetico delle caratteristiche delle nuove macchine:

  • Display: Da 14 e 16 pollici, caratterizzati da “pannelli più luminosi e ad alto contrasto.”
  • Design: Addio alle curve morbide dei vecchi modelli. Il design diventa più squadrato, un po’ come iPhone 12.
  • MagSafe: Ripristino del connettore che impedisce di far volare il Mac dalla scrivania, quando si inciampa sul cavo. Secondo Bloomberg, che ha corroborato queste indiscrezioni, il connettore magnetico sarà molto simile a quelli degli anni scorsi.
  • TouchBar: Per Kuo, è praticamente certo l’addio anche alla barra touch OLED con cui il marketing ci ha fracassato le gonadi per anni. Bloomberg invece si limita a dire che Apple sta “testando” Pro senza Touch Bar.
  • Chip M2: L’unico processore disponibile per questo tipo di macchine sarà Apple, ovviamente con più core d’elaborazione e grafica migliorata rispetto all’M1. Niente opzione Intel.
  • Connettività: Pare che includeranno più porte di connessione, e questo significa che non sarà necessario acquistare dongle, concentratori e hub aggiuntivi. Bloomberg parla esplicitamente di due porte USB-C per lato, più la MagSafe.

Chip M2

Chip M2 MacBook Pro

“La prossima generazione di Mac progettati da Apple” scrive il Nikkei Asia, “è entrato in produzione di massa questo mese […], il che porta il gigante tecnologica statunitense ad un passo dal proprio obiettivo di rimpiazzare le unità centrali di elaborazione Intel con le sue.”

“Le consegne del nuovo chipset, noto per ora come M2, in risposta all’attuale processore M1 di Apple, potrebbero iniziare già luglio coi Macbook che entreranno in vendita nella seconda metà dell’anno.”

E se ci pensate, ha molto senso. L’M1, il processore più semplice e meno potente della sua stirpe, ha richiesto meno tempo per lo sviluppo ed è già stato lanciato nei MacBook Pro 13″, nei Macbook Air, nei Mac mini e di recente negli iMac 24″. Tutte macchine entry-level.

Coi modelli di fascia media e alta, invece, saranno inclusi più core d’elaborazione e una GPU più performante; dunque è inevitabile che il marketing differenzierà il chip anche a livello di brand:  e per come la vediamo noi, la scelta ricadrà su M1X o M2.

Schermi mini-LED

MacBook Pro nuovi modelli M1 nel 2021, poi Air nel 2022

Lo dicevano già i rumors dei mesi scorsi. La prossima generazione di MacBook Pro introdurrà pannelli mini-LED che miglioreranno sensibilmente la qualità visiva complessiva. Tuttavia, non bisogna lasciarsi ingannare dal nome, perché con OLED non ha nulla a che vedere.

Col termine mini-LED ci si riferisce al sistema di retro-illuminazione dello schermo, e rappresenta l’ultimo stadio di evoluzione dei pannelli LCD. Per conoscere i vantaggi rispetto a LCD e OLED, vi rimandiamo al nostro approfondimento a riguardo.

Periodo di Lancio

Non c’è ancora una data di debutto prevista, ovviamente, ma il periodo siamo in grado di definirlo. Da principio, i rumors di inizio anno parlavano di un debutto nel terzo trimestre dell’anno, il che significa che la produzione di massa deve per forza di cose cominciare a maggio o giugno al massimo. E il Nikkei Asia conferma le voci.

Pertanto, il lancio dei nuovi MacBook Pro M2 dovrebbbe avvenire dopo l’estate e comunque entro fine anno. Per il MacBook Air, invece, se ne parlerà nel 2022, anch’esso con design “più sottile e leggero” e con MagSafe.

Mac M1 a Rate su Amazon

MacBook Air 13″ con M1

MacBook Air 2020 con processore M1

 

MacBook Pro 13″ con M1

MacBook Pro 13" 2020 con M1

 

Mac mini 2020 con M1

Mac mini 2020 con M1

Non lasciatevi scoraggiare dalle eventuali difficoltà di approvvigionamento del modello che vi interessava: aggiungetelo al carrello e ordinatelo anche se non è disponibile o se la consegna è lontana nel tempo. La logistica di Amazon è molto rapida, e ragionevolmente entro qualche giorno la spedizione partirà, dando a voi la precedenza. In alternativa, fate clic su “Iscriviti” per sapere tempestivamente quando tornerà disponibile; e comunque, se lo trovate altrove potete sempre annullare l’ordine.

I Video di Melablog

Ti potrebbe interessare