QR code per la pagina originale

Impostare Spotify (o altro) come app musicale predefinita in Siri

A partire da iOS 14.5 è possibile impostare servizi alternativi a Apple Music in Siri. Ecco come procedere, ad esempio, con Spotify.

,

Aggiornamento del 5 marzo 2021

Tra le tante novità di iOS 14.5 -che al momento della stesura di questo post è ancora in Beta- ce n’è una che permette di impostare Siri con un servizio di streaming musicale diverso da Apple Music. Ecco come si fa, ad esempio, a abilitare la feature per Spotify o per qualunque altra app desideriate. Aggiornamento: il post è stato aggiornato per riflettere le informazioni ufficiali divulgate da Apple.

Leggi anche: iOS 14.5, in arrivo sblocco iPhone con Apple Watch

Siri & Streaming Musicale

Spotify Siri - iOS 14.5

La possibilità di abbinare Siri ad un servizio di streaming musicale alternativo tornerà utilissima a molti, perché consente di impartire comandi vocali per riprodurre musica su Spotify, Pandora, Amazon Music Unlimeted e così via.

Ciò significa che non dovrete più specificare cose come “Hey Siri, riproduci musica allegra su Spotify” perché Spotify può essere impostato come il servizio di default. Ma contrariamente a quel che pensavamo inizialmente, ci vorrà un po’ di tempo per “addestrare” l’assistente vocale a utilizzare un servizio specifico.

Già, perché in realtà Apple ha deciso di sostituire gli interruttori nelle impostazioni con l’intelligenza artificiale. Siri apprenderà in base alle abitudini d’ascolto e ai comandi che le impartite. Per iniziare basta fare così:

  1. Chiedete a Siri di riprodurre una canzone, un artista o un album.
  2. Comparirà un pop-up che chiede quale servizio desiderate usare.
  3. Toccate “Si” per consentire a Siri di accedere ai dati di Spotify (o di un’altra eventuale app, se preferite).

Ma attenzione. Apple specifica che questa procedura non imposta un “servizio musicale di default in Siri” tant’è che quest’ultima potrebbe ripetere la domanda in futuro. La tecnologia messa a punto da Cupertino è molto più sottile e sofisticata: ‌Siri‌ apprende le preferenze dell’utente in base allo specifico tipo di contenuto audio. Per esempio, i podcast possono essere aperti sempre con un’app di terze parti, un audiolibro con un’altra; e per lo streaming musicale un’altra ancora.

E visto che le abitudini dell’utente possono cambiare nel tempo, Siri monitora la situazione e quando nota una discrepanza rispetto ai pattern di utilizzo abituali, potrebbe mostrare di nuovo e autonomamente il pop-up con l’elenco delle app musicali installate. E comunque, anche se (mettiamo) Spotify è il servizio di default del momento, si può sempre passare ad Apple Music chiedendo “Hey Siri, riproduci Adele su Apple Music.”

Per poter procedere col tutorial, avrete però bisogno di aggiornare prima ad iOS 14.5 e iPadOS 14.5 che attualmente sono in stato di Beta. Pertanto, al momento le strade possibili  sono due: o scaricate e installate le Beta pubbliche oppure attendete la versione definitiva del software tra qualche settimana. Inoltre, la feature per ora funziona in modo piuttosto altalenante, e non risulta sempre affidabile. Dunque, passare a una Beta instabile solo per questo, secondo noi non vale la pena. Meglio attendere la versione definitiva.

Leggi anche: iOS 14.5, abbinare e configurare i controller PS5 e Xbox Series X