Cashback autostrade: come funziona l’app Free to X

Per poter ottenere un rimborso con Autostrade, in caso di cantieri o ritardi, occorre un’app specifica. Ecco come si configura.

Free to X è il (curioso) nome che Autostrade per l’Italia Spa ha scelto per l’app di cashback che consente di ottenere rimborsi fino al 100% dei pedaggi autostradali, se il viaggio si allunga troppo a causa di cantieri e lavori in corso. Ecco come si configura l’app.

In un mondo ideale, ogni volta che Autostrade possiede i nostri dati -Carte di credito e di debito, Viacard, Telepass- lo storno del del dovuto sarebbe automatico e senza sbattimenti; in Italia, invece, bisogna prima di tutto sapere che c’è questa possibilità (noi, per dire l’abbiamo scoperto di recente), poi scaricare un’app apposita e infine portare a termine una lunga iscrizione. Iscrizione che, a onor del vero, si è rivelata comunque rapida dal punto di vista dell’approvazione finale.

Polemiche a parte, Autostrade ha messo a punto un sistema sperimentale di indennizzi per i viaggi effettuati dopo il 15 settembre 2021 e valido fino a fine anno; grazie a questo meccanismo, si può ricevere un rimborso proporzionale al ritardo accumulato durante una percorrenza in autostrada a causa di cantieri. Ma come vengono calcolati i rimborsi?

Calcolo del Rimborso

In caso di cantiere per lavori sulla rete di Autostrade per l’Italia, il rimborso va dal 25% al 100% del pedaggio, a seconda della lunghezza del viaggio e dei minuti di ritardo registrati. Per esempio, 20 minuti di ritardo su un viaggio di 4 ore non danno diritto a ricevere nulla; 20 minti su un tragitto di 30 km, invece, danno diritto al riaccredito dell’intero pedaggio.

“Il rimborso può essere erogato nel caso di cantieri per lavori che impattano la fluidità del transito a causa della riduzione delle corsie originariamente disponibili (esclusa la corsia di emergenza)” spiegano da Autostrade. Dunque “non si ha diritto al rimborso nel caso di cantieri per ripristini di sicurezza urgenti dovuti ad incidenti, né per ritardi causati da traffico intenso, incidenti, eventi meteo, manifestazioni, o qualunque altra motivazione diversa dai lavori.”

Rimborso per ritardi compresi tra 15 e 29 minutiIn caso di ritardo compreso tra 15 e 29 minuti, Free To X ti riconosce un rimborso pari al:

  • * 100% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo meno 30 km
  • 75% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 30 km ed i 49,9km
  • 50% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 50 km ed i 99,9km
  • 25% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 100 km ed i 149,9km

Rimborso per ritardi compresi tra 30 e 44 minutiIn caso di ritardo compreso tra 30 e 44 minuti, Free To X ti riconosce un rimborso pari al:

  • 100% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo meno di 50 km
  • *  75% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 50 km ed i 99,9 km
  • 50% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 100 km ed i 149,9 km
  • *  25% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 150 km ed i 249,9 km

Rimborso per ritardi compresi tra 45 e 59 minutiIn caso di ritardo compreso tra 45 e 59 minuti, Free To X ti riconosce un rimborso pari al:

  • 100% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo meno di 99,9
  • 75% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 100 km ed i 149,9 km
  • 50% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 150 km ed i 249,9 km
  • 25% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 250 km ed i 349,9 km

Rimborso per ritardi compresi tra 60 e 89 minutiIn caso di ritardo compreso tra 60 e 89 minuti, Free To X ti riconosce un rimborso pari al:

  • 100% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo meno di 149,9 km
  • 75% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 150 km ed i 249,9 km
  • 50% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 250 km ed i 349,9 km
  • 25% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 350 km ed i 499,9 km

Rimborso per ritardi compresi tra 90 e 119 minutiIn caso di ritardo compreso tra 90 e 119 minuti, Free To X ti riconosce un rimborso pari al:

  • 100% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo meno di 249,9 km
  • 75% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 250 km ed i 349,9 km
  • 50% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 350 km ed i 499,9 km
  • 25% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo più di 500 km

Rimborso per ritardi uguali o maggiori di 120 minutiIn caso di ritardo uguale o maggiore di 120 minuti, Free To X ti riconosce come indennizzo un rimborso pari al:

  • 100% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo meno di 349,9 km
  • 75% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo tra i 350 km ed i 499,9 km
  • 50% del prezzo del pedaggio pagato, su un viaggio lungo più di 500 km

Come Funziona Free to X

Per poter accedere al sistema dei rimborsi, occorre fare un’iscrizione ad hoc a prescindere dal metodo di pagamento del pedaggio. Tutti hanno diritto al rimborso, anche chi ha pagato in contanti o con Viacard. E anche se siete possessori di Telepass (dunque, sanno veramente tutto di voi), dovrete effettuare i passaggi indicati più in basso.

Il rimborso richiederà qualche giorno. Per chi ha effettuato pagamenti in contanti,  l’esito della richiesta di rimborso verrà comunicato entro un massimo di 7 giorni dalla data di invio della ricevuta di pagamento. Per gli abbonati al servizio di telepedaggio (Telepass o altri), l’app Free To X identificherà automaticamente i viaggi rimborsabili entro un massimo di 20 giorni dalla data del transito. In ogni caso, è sempre possibile visualizzare lo stato di un rimborso nella sezione Cashback → Storico Rimborsi.

Dove Sono i Cantieri?

Chiunque abbia osato avventurarsi in autostrada negli ultimi mesi lo sa. I cantieri sono ovunque, e non danno scampo. È davvero un incubo. Qui di seguito, tuttavia, ci sono quelli peggiori:

  • A1 Milano-Napoli
  • A3 Napoli-Salerno
  • A4 Milano-Brescia
  • A5 Torino-Aosta-Monte Bianco
  • A7 Milano-Genova
  • A8 Milano-Varese
  • A9 Lainate-Como-Chiasso
  • A10 Genova-Savona
  • A11 Firenze-Pisa Nord
  • A12 Genova-Roma
  • A13 Bologna-Padova
  • A14 Bologna-Taranto
  • A16 Napoli-Canosa
  • A23 Palmanova-Tarvisio
  • A26 Genova Voltri-Gravellona Toce
  • A27 Venezia-Belluno.

Creare un Account Free To X

Come detto, per poter accedere al servizio di Cashback è necessaria la creazione di un account sull’App Free To X. Cosa che potete fare in questo modo:

  1. Scaricate l’app Free to X.
  2. Registratevi immettendo i vostri dati (dati identificativi, mail, targa del veicolo).
  3. Effettuate la scansione di un documento d’identità.
  4. Scattate una foto dell’ultima fattura, oppure caricate direttamente il PDF se lo avete (noi abbiamo caricato il PDF dell’ultima fattura Telepass che avevamo su Dropbox).
  5. Attendete l’attivazione dell’account.

Una volta inviato il tutto, in base alla nostra esperienza, l’attivazione dell’account avviene entro poche ore. Una mail vi avviserà della cosa. Una volta riaperta l’app, alla sezione del Profilo troverete tutti i vostri dati. Non preoccupatevi se targa del veicolo e codice identificativo del Telepass non dovessero essere presenti: dopo qualche ora anche quei campi verranno automaticamente compilati.

E non dimenticate di attivare le notifiche quando l’app ve lo chiede; ciò permetterà di ricevere un messaggio per ogni transito rimborsabile. A quel punto, basterà confermare i transiti da rimborsare e siete a cavallo. Tutti gli altri utenti, invece, dovranno effettuare una richiesta a mano come indicato qui di seguito.

Chiedere un Rimborso

Per poter chiedere un rimborso è sufficiente:

  1. Aprire l’app Free to X.
  2. Toccare “Fotografa una ricevuta”.
  3. Scattare la foto e seguire le istruzioni per il caricamento.

Gli utenti Telepass riceveranno invece una notifica entro pochi giorni dal viaggio che li avviserà della disponibilità di un rimborso. In questo caso, basta aprire l’app e accettare l’erogazione del rimborso. Attenzione però perché sono valide solo le ricevute non anteriori a 12 mesi dalla data di richiesta del rimborso e comunque risalenti a non più di 4 mesi prima della data di registrazione al servizio. Resta inteso il limite del 15 settembre, giorno di attivazione del cashback: tutti i ritardi anteriori a questa data non sono rimborsabili.

FAQ Cashback Autostrade

  • Che succede se cambio Telepass o targa del veicolo? Basta aggiornare i dati sull’app Free To X, nella sezione “Profilo”. Per aggiornare i dati del dispositivo di telepedaggio (OBU o PAN) basta aprire la sezione Profilo e cliccare sulla penna in alto a destra nella sezione “I miei dispositivi”. Per modificare la targa, basta aprire Profilo → “I miei veicoli”.
  • Posso aggiungere un nuovo Telepass? Si, Basta aprire Profilo → I miei dispositivi e selezionare “Aggiungere nuovo dispositivo”. Verrà richiesto di fotografare la fattura del telepedaggio e inviarla tramite app.
  • Dove trovo OBU O PAN del Telepass? Sulla fattura.
  • Quanti Telepass posso inserire? Al massimo 10 per utenza.

 

Ti potrebbe interessare