Apple Watch salva un uomo dall’assideramento

Apple Watch l’ha fatto ancora. Ha salvato la vita di un anziano che era caduto in mezzo alla neve. Ma l’orologio ha fatto il suo dovere.

Apple Watch l’ha fatto ancora. Stavolta ha salvato un anziano signore di 85 da assideramento, organizzando il tempestivo intervento delle autorità, prima che fosse troppo tardi. È accaduto negli USA.

Attualmente, gli Stati Uniti sono stretti in una morsa di gelo che rende pericolo avventurarsi fuori dalle mura domestiche, soprattutto per persone di una certa età. Un residente di Morrow, in Georgia, l’ha provato sulla sua pelle.

Era uscito come ogni mattina per una passeggiata e alcune commissioni, quando ha messo il piede su una lastra di ghiaccio ed è scivolato battendo la testa. Per fortuna, racconta CB546 News Atlanta, il sistema di rilevamento cadute dell’Apple Watch che portava al polso è immediatamente entrato in funzione e ha contattato automaticamente le autorità.

Dopo appena 12 minuti, degli agenti l’hanno individuato privo di sensi tra gli arbusti e freddo al tatto; e gli esperti concordano: con queste temperature, se non si fosse intervenuti con tanta celerità, avremmo sfiorato la tragedia.

Il capo dei pompieri della città di Morrow Jeff Moss afferma che Apple Watch non ha fornito coordinate precise, ma solo l’indirizzo più prossimo alla zona della caduta; ciò ha allungato un po’ i tempi di ricerca, ma per fortuna tutto si è risolto per il meglio:

“Poiché la chiamata di soccorso è stata avviata da un Apple Watch, la localizzazione è stata determinata dal GPS dell’orologio, che ha fornito un indirizzo meno preciso. Gli agenti del corpo dei Vigili del Fuoco di Morrow sono subito giunti all’indirizzo indicato, ma il paziente non era lì. Così hanno iniziato a cercare nel perimetro.”

L’esito dell’operazione sarebbe stato “indubitabilmente” molto peggiore, chiosano fonti dei vigili del fuoco locali. Le temperature gelide e le condizioni mediche pre-esistenti infatti avrebbero seriamente inficiato la possibilità di salvare l’uomo.

Non è la prima volta che Apple Watch salva una vita, e oramai è diventata quasi routine; dopo il primo salvataggio avvenuto a agosto 2015, è stato un crescendo di notizie simili: per esempio, il ragazzo risparmiato da embolia polmonare, o giovane giocatore di football che ricevette la chiamata di Tim Cook in persona. L’ultima volta, ha Ha avvisato un utente dell’andamento anomalo del proprio cuore, e ha permesso che venisse curato in tempo e salvato da morte certa. E l’utente in questione aveva solo 32 anni.

Ti potrebbe interessare