Apple Store: in alcuni negozi US la mascherina non è più obbligatoria

Negli Apple Store di alcuni stati USA l’utilizzo della mascherina diventa opzionale: la nuova politica riguarda unicamente i clienti.

La crisi sanitaria globale è agli sgoccioli? La speranza è che sia davvero così, ma non possiamo dirlo con certezza al momento. Qualcosa però inizia a cambiare, anche in casa Apple. L’azienda di Cupertino ha infatti annunciato che in alcuni suoi store in diversi stati degli USA i clienti non dovranno più obbligatoriamente indossare una mascherina. La situazione resta invece invariata per i dipendenti, che continueranno ad utilizzarla.

Come riporta Bloomberg, sul sito web di Apple viene ora indicato se in un determinato negozio del colosso californiano la mascherina all’interno dello stesso è obbligatoria, raccomandata o opzionale per i clienti vaccinati. Negli stati con normative più rigide, come Hawaii, Oregon e Washington – ad esempio – è “obbligatoria”.

Di seguito l’esempio dell’Apple Carnegie Library della capitale statunitense (dove la mascherina è obbligatoria) e dell’Apple Fifth Avenue di New York (opzionale) :

Apple Carnegie Library Washington Mascherina

Apple Store Fifth Avenue

Apple ha inoltre dato il via libera alla ripresa degli incontri in presenza dell’iniziativa Today at Apple (anche se solo in alcune nazioni, Italia compresa). Si tratta di sessioni a cui gli utenti Apple possono partecipare per perfezionare l’utilizzo di alcuni dispositivi e software dell’azienda di Cupertino.

Anche nel caso delle sessioni Today at Apple, la società fornisce le informazioni su distanziamento, utilizzo della mascherina e Green Pass.

Today at Apple Campania

Sin dall’inizio della pandemia di COVID-19, Apple ha modificato le sue politiche sulle misure di sicurezza seguendo le normative dei singoli paesi e stati e continua anche oggi a muoversi seguendo questa strategia.

Ti potrebbe interessare