Apple ha acquisito AI Music, la startup che fa musica con l’intelligenza artificiale

Tempo di shopping per Cupertino. Nelle scorse settimane, Apple ha acquisito AI Music, una startup specializzata nella creazione di musica adattiva attraverso l’intelligenza artificiale. Ecco perché è significativo, e come potrebbe rivoluzionare l’esperienza su Apple Music.Il sito web ufficiale, manco a dirlo, è stato già rimosso dal Web. Ma fino a poco tempo fa si

Tempo di shopping per Cupertino. Nelle scorse settimane, Apple ha acquisito AI Music, una startup specializzata nella creazione di musica adattiva attraverso l’intelligenza artificiale. Ecco perché è significativo, e come potrebbe rivoluzionare l’esperienza su Apple Music.

Il sito web ufficiale, manco a dirlo, è stato già rimosso dal Web. Ma fino a poco tempo fa si sarebbe letto che AI Music ha messo a punto un “motore di musica infinita” capace di generare “musica che ti ascolta.” Il riferimento è ad una sofisticata tecnologia che permette di generare tracce in modo dinamico, a partire da tracce royalty-free, in modo del tutto automatico e declinato in base al mood prescelto. Una manna dal cielo per i team marketing, i pubblicisti, i professionisti del fitness e le agenzie di creatività.

Sulla loro pagine LinkedIn si legge:

AI Music permette ai brand, agli sviluppatori e agli avventurieri del suono di accedere alla nostra libreria di musica intelligente. Il nostro obiettivo è dare ai consumatori il potere di scegliere la musica che desiderano, editata fin nei minimi dettagli per adattarsi alle loro esigenze o per creare soluzioni dinamiche che si adattino al loro pubblico.

L’acquisizione è stata perfezionata qualche settimana fa, e la ventina di dipendenti AI Music ora lavora direttamente per la mela.

Non conosciamo le intenzioni di Tim Cook, né le finalità di questa acquisizione. Magari è per creare musica sincronizzata col battito cardiaco in Apple Fitness+, o per generare un’infinità di tracce originale durante gli slide-show dell’app Foto su Mac e iPhone; questa tecnologia costituirebbe il perfetto complemento di iMovie, Final Cut, Garage Band e perfino iWork.

Ma è importante anche per un’altra ragione: Apple fa sempre meno acquisizioni, e dunque quelle poche si registrano devono possedere davvero un valore strategico per l’azienda.

Ti potrebbe interessare