App Store, pulizie di primavera: Apple comunica la rimozione di app obsolete e non aggiornate

Apple sta facendo un po’ di pulizia sul suo App Store ma gli sviluppatori non la stanno prendendo benissimo.

La situazione nella community degli sviluppatori di applicazioni pare sia attualmente abbastanza turbolenta. Secondo le ultime segnalazioni che circolano sui principali forum e social network, Apple starebbe rimuovendo da App Store un bel po’ di app. Il motivo? Stando all’azienda di Cupertino, “non vengono aggiornate da troppo tempo”.

Un modo per evitare un triste destino però c’è: aggiornare l’app entro un massimo di 30 giorni (dalla ricezione della email con oggetto “App Improvement Notice”).

Questa app non viene aggiornata da un significativo periodo di tempo e sarà rimossa dalla vendita entro 30 giorni. […] Puoi far sì che questa app resti disponibile al download inoltrando un aggiornamento della stessa entro 30 giorni. Se ciò non dovesse accadere, l’app sarà rimossa.

iPhone 13
© Sahej Brar / Unsplash

Molti degli sviluppatori chiamati in causa non hanno ben accolto l’avviso giunto da Cupertino. In tanti, ad esempio, protestano per la “minaccia” di Apple: le loro applicazioni – pur non avendo di recente ricevuto un aggiornamento – sono ancora oggi valide e perfettamente funzionanti, affermano.

La politica di Apple, però, è molto chiara a riguardo:

Per consentire ai clienti di trovare più facilmente applicazioni fantastiche adatte alle loro esigenze, vogliamo garantire che le app disponibili su App Store siano funzionanti e aggiornate. Stiamo implementando un processo costante di valutazione delle app, con la rimozione di quelle che non funzionano più come previsto, che non seguono le attuali linee guida per la revisione e/o che sono obsolete.

Ti potrebbe interessare