iPhone 3G, GPS e privacy


L'inclusione del GPS nell'iPhone 3G ha portato indubbi vantaggi all'utente, ma c'è una questione cui forse è stata data poca enfasi: il problema della privacy.

Kelso, blogger per Kelso Cartography, sottolinea che, sebbene il servizio sia estremamente utile, può anche diventare un intralcio, visto che le foto possono condurre un malintenzionato direttamente a casa dei nostri amici dopo una festa, o in luoghi privati e abituali, semplicemente consultando i geotag su siti come Flickr.

Certo, Flickr prevede impostazioni particolari che dovrebbero, almeno in teoria, poter inibire l'importazione delle coordinate GPS, ma a dire di Kelso sono inefficaci perché in qualche modo le sue foto vengono comunque localizzate sulla mappa.

Per quanti desiderassero un rispetto più rigoroso della propria privacy, la soluzione al momento è quella di disabilitare le funzioni GPS nelle singole applicazioni o di disabilitarlo permanentemente nelle Impostazioni Generali del proprio iPhone 3G. In alternativa, nel caso l'utente desideri conservare le informazioni di geolocalizzazione per uso personale, il consiglio è di usare un editor di dati EXIF per ridurre la precisione dei tag o eliminarli del tutto.

Kelso suggerisce infine ad Apple e agli sviluppatori di creare dei cursori o controlli che permettano all'utente di decidere il grado di precisione dei tag GPS, o di disabilitare selettivamente certe informazioni. Il che, tuttosommato, non sembra un'idea tanto irragionevole.

[Via Macnn]

  • shares
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina: