Universal: venderemo DRM-Free, ma forse non su iTunes

Universal, la major musicale più refrattaria alla rimozione delle protezioni antipirateria dai brani, alla fine è capitolata e dal prossimo gennaio 2008 inizierà la vendita di brani DRM-Free.Nulla di eclatante, fin qui.Ma c’è di più: manca ancora l’annuncio di un accordo di distribuzione con Apple per la vendita di questi brani su iTunes Store e

Universal, la major musicale più refrattaria alla rimozione delle protezioni antipirateria dai brani, alla fine è capitolata e dal prossimo gennaio 2008 inizierà la vendita di brani DRM-Free.

Nulla di eclatante, fin qui.

Ma c’è di più: manca ancora l’annuncio di un accordo di distribuzione con Apple per la vendita di questi brani su iTunes Store e Universal, alla conferenza stampa di annuncio ha accuratamente evitato di citare Apple tra i suoi distributori.
Sappiamo che è in corso, ormai da tempo, un braccio di ferro tra le due aziende, che sono animate da una visione del business musicale totalmente differente, così come agli antipodi sono le richieste: Apple vorrebbe poter preticare prezzi più bassi e differenziati, Universal vorrebbe più soldi. Inconciliabili.
E così non si è trovata la soluzione per un contratto a lungo termine e si vivacchia con accordi di qualche mese di durata.

La mancata citazione di iTunes ed Apple da parte di Universal va letta proprio nell’ottica di un nuovo tentativo di pressione per indurre Cupertino ad abbandonare le proprie pretese e cedere alle richieste della major.

C’è un problema, come rilevava poco tempo fa Gene Munster, analista di Piper Jaffray: Apple potrebbe fare a meno della musica di Universal, potendo contare sulle numerose etichette già presenti ed avendo la possibilità di esplorare maggiormente il mercato delle indies; ma Universal potrà fare a meno di Apple, e soprattutto di iTunes Store che, da solo, copre il 70% del mercato della musica online?

Ti potrebbe interessare
Apple ha già fatto fuori i futuri concorrenti dell’iPad ?
iPad

Apple ha già fatto fuori i futuri concorrenti dell’iPad ?

Il successo dell’iPad ha sorpreso la stessa Apple che non riesce a produrne a sufficienza per soddisfare l’elevata domanda. iSupply stima addirittura che entro il 2012 verranno venduti quasi 100 milioni di iPad.Apple sta cercando di far aumentare la produzione del tablet, ma questo comporta anche un aumento di richiesta dei componenti che vengono utilizzati

Apple assume uno sviluppatore Quartz Composer
iPhone

Apple assume uno sviluppatore Quartz Composer

Apple ha assunto un noto sviluppatore Quartz Composer: Christopher Wright. Lo sviluppatore lavorava in Kineme Interactive Media, ed è stato responsabile della creazione di una varietà di applicazioni e plug-in basati su Composer, oltre che un consulente. Quartz Compositions è utilizzato ovunque all’interno di Mac OS X: è la base delle visualizzazioni in iTunes, delle

Quale futuro per il Touch Screen di Apple?
iPhone

Quale futuro per il Touch Screen di Apple?

Quando a Gennaio Steve Jobs ha svelato l’iPhone, sicuramente una delle maggiori novità del nuovo telefono di casa Apple è stato il sistema di touch screen progettato per interagire con il dispositivo.A distanza di qualche mese dall’evento, con l’iPhone che incomincerà ad essere venduto a Giugno negli States e dopo l’estate qui da noi, ci

Microsoft Messenger 6 per Mac
Software Apple

Microsoft Messenger 6 per Mac

Seratina ricca, non c’è che dire. Abbiamo da dirvi ancora una cosa nuova, infatti. Microsoft ha reso disponibile la versione 6.0 del suo Microsoft Messenger (aka Msn Messenger). Ci sono diverse novità da segnalare. La prima è il codice in Universal, nativo per i Mac Intel. Questa è a tutti gli effetti la prima applicazione