E tastiera fu, OLED!

E tastiera fu, OLED! di Carlo Filippo FollisE’ di Artlebedev la tastiera che fa sognare molti Utenti Mac e si chiama Optimus Maximus Keyboard. La sua eccezionalità è certamente quella di avere dei tasti Display realizzati sfruttando tecnologia OLED. Di seguito farò valutazioni da D-User lasciando all’articolo di Mela|Blog.it le specifiche più tecniche e le


E tastiera fu, OLED!
di Carlo Filippo Follis

E’ di Artlebedev la tastiera che fa sognare molti Utenti Mac e si chiama Optimus Maximus Keyboard. La sua eccezionalità è certamente quella di avere dei tasti Display realizzati sfruttando tecnologia OLED.
Di seguito farò valutazioni da D-User lasciando all’articolo di Mela|Blog.it le specifiche più tecniche e le considerazioni più da User …

Il target?

Non conosco le strategie del produttore, ma immagino punti su un target d’impresa che vuole aumentare la sua produttività passando per comodità e scorciatoie ovviamente da “super tastiera”. Immagino altresì che Artlebedev non abbia minimamente preso in considerazione il mercato dei D-User: gli Utenti Disabili.
Penso anche che questo secondo punto non sia stato motivato dal costo di circa 1.490 Dollari, ma proprio dal fatto che raramente si riesce a vedere un mercato potenzialmente vasto al di fuori dei soliti schemi imprenditoriali.

A mercati uniti il prezzo scende …

Chi più di un D-User potrebbe gioire di una simile tastiera? Pensate, poter avere tasti che visualizzano ciò che stai premendo mentre non vedi ciò che compare a video perché sei chino sulla tastiera quando col pennarello fra i denti premi i tasti. Il suono ti conferma di aver premuto shift o mela od una combinazione qualunque di tasti, ma la certezza ce l’hai solo quando alzi la testa e vedi che non c’è alcuna sottolineatura a punti rossi …
Se il prezzo sarà destinato a scendere in base ai consumi allora il produttore dovrebbe enfatizzare l’aspetto D-User sempre che non abbia il timore di creare un’immagine ad “ausilio” e giocarsi qualche cliente che potrebbe sentirsi “indebolito” dall’uso di un prodotto che di fatto unisce due mondi paralleli.
La lungimiranza ed il coraggio gioverebbero a Tutti!

Nelle mani del D-User

Credetemi, se si è un D-User si hanno necessità e prospettive che portano alla scelta di un prodotto anche per come è fatto l’involucro. Personalmente trovo gli attuali iMac per me poco Usabili data la posizione dei connettori su una superficie basculante che potrei far “decollare” nel tentativo di inserire un cavo FireWire o … Mentre il mio vecchio PowerBook lo gestisco perfettamente come farei con un MacPro e come faccio con il piccolo MacBook.
Tante parole per esprimere un concetto: quanto può apparire banale ed immotivato per molti è fonte di seria valutazione per un D-User.
L’OS X offre magnificenze incredibili, scorciatoie e l’Accesso Universale. Immaginate però come sarebbe comodo lanciare un programma pigiando solo un tasto addizionale che poi servirebbe anche solo per passare da un programma all’altro e … Il D-User non è comodo o pigro, fa solo, spesso, una fatica bestia a fare ciò che tutti compiono con disinvoltura.

I problemi dell’informazione ….

Uno degli scopi del Progetto “Apple D-User” era e sarà sempre il tentativo forse utopico di far comprendere che un bel dì potremmo (io ce l’ho già …) aver bisogno di soluzioni Evolute perché la storia ci ha messo nella condizione di Disabile: capita.
Sulle riviste specializzate, carta o web, non troveremo però una mezza colonna dedicata al “Particolarmente indicato per una persona Disabile perché …”. Non avremo nemmeno la possibilità di andare in edicola è comprare “D Mondo” perché non esiste un settimanale o mensile dedicato ai Disabili.
Ecco perché l’informazione deve ampliare i suoi orizzonti. Se lo farà un prodotto come questa tastiera potrebbe avere il suo mercato di nicchia in quello che oggi crede il suo di mercato!

Per il piacere di guardare …

Le immagini sovente valgono più delle parole, quindi esaminiamo la Optimus Maximus Keyboard attraverso una serie di fotografie estremamente esaustive.

Idea di Carlo Filippo Follis – Fonte originaria: Norisberghen.it – Progetto “Apple D-User

Ti potrebbe interessare