iTunes Store europeo: problemi di anti-trust?

Ieri è stata una giornata storica nell’ambito della vendita della musica online, attraverso l’annuncio della nuova partnership sottoscritta tra Apple ed EMI, la quale prevede la vendita di contenuti musicali DRM-free. Nel tardo pomeriggio è emerso un punto che mitiga decisamente l’entusiasmo di questi giorni: Les Echos e Le Soir hanno pubblicato la notizia di

Ieri è stata una giornata storica nell’ambito della vendita della musica online, attraverso l’annuncio della nuova partnership sottoscritta tra Apple ed EMI, la quale prevede la vendita di contenuti musicali DRM-free. Nel tardo pomeriggio è emerso un punto che mitiga decisamente l’entusiasmo di questi giorni: Les Echos e Le Soir hanno pubblicato la notizia di una nuova indagine che l’Unione Europea starebbe svolgendo nei confronti di iTunes Store, poiché violerebbe le leggi della libera concorrenza.

Apple e le principali major discografiche, in particolare Universal, Warner, EMI e Sony BMG, sono state chiamate a rispondere in relazione all’impossibilità per ogni utente di potere acquistare songs dagli altri paesi che costituiscono l’UE. L’oggetto di “studio” della Commissione Europea è proprio il set-up dello store online, il quale è in conflitto con l’articolo 81 del trattato europeo che proibisce gli accordi di restrizione territoriale. E’ importante sottolineare che il presunto monopolio de facto di Apple non è in discussione.

Le compagnie incriminate hanno 2 mesi per fornire una risposta scritta a Neelie Kroes, European Commissioner for Competition. Se la Commissione Europea rintraccerà una violazione dell’articolo 81, sarà in diritto di infliggere ammende, che potrebbero arrivare anche al 10% dell’entrate annuali di ciascuna azienda ritenuta colpevole.

Per noi europei la battaglia verso la fruizione libera e totale della musica sembra sempre lontana.

Ti potrebbe interessare
@ceoSteveJobs ora è @falseSteveJobs ed è più arrabbiato di prima!
iPad 2

@ceoSteveJobs ora è @falseSteveJobs ed è più arrabbiato di prima!

Alla fine Christof, l’autore che impersona una versione satirica del CEO di Apple su Twitter, Steve Jobs, si è arreso. Twitter aveva esercitato pressioni affinché cambiasse nome, in modo da chiarire che si trattasse di un account “finto” e che i tweet emessi fossero parodie.Sotto il nome di @falseSteveJobs e dopo pochi giorni di sospensione

Apple abbandona la gamma Xserve
Mac Mac Mini Mac Pro

Apple abbandona la gamma Xserve

Dal 31 gennaio 2011, i prodotti della linea Xserve non saranno più né prodotti, né venduti da Apple. Così facendo, la casa di Cupertino si lascia alle spalle un altro prodotto della sua linea “professionale”; non rimane più che il Mac Pro fra i computer ad alte prestazioni della mela.Questo abbandono era da prevedere, dato

iLife potrebbe arrivare su iPhone OS
iPod touch

iLife potrebbe arrivare su iPhone OS

Una fonte anonima, ma “affidabile” secondo il sito che ha pubblicato la notizia, ha rivelato che la prossima suite multimediale di Apple, iLife, sarà prodotta anche per piattaforma iPhone OS. Sembrerebbe, quindi, che possa essere installata su dispositivi iPhone ed iPod Touch.La presentazione di iLife non ha mai avuto un mese prestabilito, come invece accade

iGolf: mettete alla prova il vostro swing
iPhone 3G iPod touch

iGolf: mettete alla prova il vostro swing

iGolf è un gioco, come dice il nome, di simulazione del golf. La cosa interessante è il sistema dei comandi, che sfrutta gli accelerometri presenti nel melafonino. Si impugna il dispositivo e si utilizza proprio come una mazza da golf.Il gioco, gratuito, è limitato dalla sola modalità “campo pratica”, ma permette di passare qualche minuto