iOS 6 limita la profilazione pubblicitaria

Grazie all’introduzione dell’Advertising Identifier, iOS 6 costringerà i network pubblicitari ad un maggior rigore, in ossequio alla privacy degli utenti.

Dopo la misteriosa vicenda del furto dei 12 milioni di UDID (da cui sia Apple che l’FBI si sono già smarcate), e dopo tante rassicurazioni in questo senso, Cupertino ha ufficialmente introdotto l’Advertising Identifier, un meccanismo che consente ai pubblicitari di profilare l’utente rispettandone la privacy.

Tutto è iniziato con lo scandalo delle app che rubavano i dati, cui ha fatto seguito nell’ordine: una class action, una serie di interrogazioni governative e mitologiche lavate di capo ad opera di Tim Cook in persona. Ecco perché, nel bel mezzo dello sviluppo di iOS 6, Apple ha deciso di correrei ai ripari implementando una quantità di misure atte a scoraggiare gli abusi.

A differenza dell’UDID, l’Advertising Identifier non lega le informazioni personali all’ID, e oltretutto ha il pregio di essere temporaneo:

iOS 6 introduce l’Advertising Identifier, un identificativo del dispositivo non-personale e non-permanente, che i network pubblicitari utilizzeranno per darti più controllo sui sistemi di tracciamento pubblicitario. Se decidi di limitare la profilazione pubblicitaria, i network pubblicitari che si avvalgono di Advertising Identifier non potranno più raccogliere informazioni per inviarti pubblicità mirate. In futuro, a tutti i network pubblicitari verrà richiesto di utilizzare l’Advertising Identifier. Tuttavia, durante l’iniziale periodo di transizione, potresti ancora ricevere spot mirati da altri network.

Il problema della privacy è molto sentito tra gli utenti, soprattutto in virtù della gran quantità di dati personali che oramai i dispositivi mobili contengono. Risale solo a poche settimane fa la multa da 22,5 miliardi di dollari comminata a Google dalla FTC per aver bypassato scientemente le impostazioni sui cookie di Safari. Ora, però, il bug che lo ha permesso è stato stuccato, e con l’Advertising Identifier dovremmo poter stare tutti un po’ più tranquilli.

Ti potrebbe interessare
Philips Hue Lampadina Smart LED, sconto di oltre 18€ su Amazon
iPhone

Philips Hue Lampadina Smart LED, sconto di oltre 18€ su Amazon

Le lampadine Philips Hue LED, con luce bianca o colorata, completamente dimmerabili, gestibili senza fili sono disponibili su Amazon con uno sconto superiore ai 18€. Di solito costano 64€ e talvolta perfino 70€, ma oggi te le porti a casa a 46€ tutto incluso.Acquista Philips Hue LED,White & Color Ambiance, Bluetooth (attacco E27) a 46€ invece di

iPhone 15 Pro, Apple si prepara a produrre il display
iPhone

iPhone 15 Pro, Apple si prepara a produrre il display

Anche se manca più di un anno al debutto di iPhone 15 e non abbiamo ancora neppure visto iPhone 14, Apple deve giocare d’anticipo. Non sorprende dunque che stia già facendo le prime mosse per produrre il display di iPhone 15 Pro.Cosa sono i Display LTPO?In base alle voci di corridoio riportate da The Elec,

HeroBook Air, clone del MacBook Air in super offerta a 160€
iPhone

HeroBook Air, clone del MacBook Air in super offerta a 160€

Lungi da noi appoggiare Windows, ma diciamoci la verità: talvolta si ha bisogno di un altro computer di supporto leggero e compatto da utilizzare per navigazione, scrittura e posta elettronica; qualcosa da affiancare al glorioso Mac, ma che non costi così tanto. E questa è l’occasione per portarsi a casa un discreto prodotto, dal design