QR code per la pagina originale

TikTok, iOS 14 svela perché dovreste disinstallarlo ora

TikTok è un'app da cui bisognerebbe tenersi alla larga. Grazie alla prima Beta di iOS 14, ora si scopre che legge di continuo la clipboard degli utenti.

,

Tra le tante novità, iOS 14 introduce un meccanismo che avvisa quando un’app accede ai contenuti della clipboard; è così che scopriamo che -chissà da quanto- TikTok legge di continuo le clipboard degli utenti.

ToTok: se avete quest’app, disinstallatela ORA

TikTok è un social network molto popolare che consente di creare clip musicali o divertenti video fino a 60 secondi, aggiungendo effetti speciali e altre amenità; una piattaforma che eleva a forma d’arte l’ecolalia di gruppo. Su quest’app aleggia da sempre un’aura di mistero, e l’origine cinese del software non fa che aumentare la sensazione. Su di essa, numerosi esperti di cybersicurezza si sono espressi con preoccupazione, soprattutto per via delle “grandi quantità” di dati che vengono inviati ai server; “TikTok è fondamentalmente parassitario” ammoniva solo pochi mesi fa il co-fondatore di Reddit. “Disinstallate quello spyware.”

E ora viene fuori che forse gli allarmi erano almeno in parte giustificati. La stretta sulla privacy di iOS 14 infatti ha rivelato che l’attuale versione di TikTok accede alla clipboard dell’utente di continuo, a intervalli di pochi secondi. La clipboard è la memoria del copia-incolla, quella che di solito contiene il numero di carta di credito, la password, un ULR o il testo di un messaggio. Tutta roba altamente sensibile e personale.

[tweet content=”

“]

Colta con le mani nella marmellata, TikTok ha spiegato di aver messo su questo meccanismo come una misura per “identificare comportamenti ripetitivi e spammosi” e promette che verrà presto eliminata da App Store. Ma ci domandiamo: se è una feature tanto utile, perché eliminarla?Quante altre meraviglie simili nasconde, offuscate nel codice, che ancora non abbiamo scoperto? E perché parlano solo di App Store e non della versione Android? Ma soprattutto: dove sono finiti tutti questi dati?

C’è da dire che molte altre app, inclusa Starbucks, Overstock, AccuWeather e titoli di giornali e notizie sono state pizzicate a fare la stessa cosa; ed è un bene che Apple si concentri tanto sulla sicurezza: benché infatti non si possa disabilitare l’accesso alla clipboard per determinate app, la notifica di quando ciò avviene costituirà un forte deterrente per contenere gli abusi.

Siamo ben consci del grado di assuefazione che dà TikTok, e sappiamo di dire una cosa altamente impopolare, ma il nostro personale consiglio è di non installarla. 500 milioni di utenti al mondo, tuttavia, dissentiranno.