QR code per la pagina originale

Masimo fa causa ad Apple per le tecnologie di salute di Apple Watch

Una società di tecnologia medica che sviluppa ossimetri digitali ha fatto causa ad Apple per furto di segreti industriali e uso improprio dei propri brevetti su Apple Watch.

,

Lo scorso gennaio, una società di tecnologia medica che sviluppa ossimetri digitali chiamata Masimo ha fatto causa ad Apple per furto di segreti industriali e uso improprio dei propri brevetti. Nel mirino, le feature di salute di Apple Watch. I legali della società ora tornano all’attacco: a suo dire, Apple starebbe traccheggiando bellamente per continuare a vendere Apple Watch.

Masimo sostiene che Apple avrebbe rubato informazioni segrete facendo finta di voler iniziare un rapporto di lavoro con la società, per poi sottrarle invece dipendenti e specialisti. Apple Watch, spiegano dalla società,  violerebbe non meno di 10 suoi brevetti.

Il tutto per arrivare a superare i problemi che affliggevano il sensore non invasivo di monitoraggio del battito cardiaco e altre sfide tecniche. Stando alle ricostruzioni del querelante, infatti, Apple avrebbe contattato la società nel 2013 per lanciare le basi di una potenziale collaborazione; l’idea era di “comprendere meglio” i prodotti Masimo nell’eventualità di una futura integrazione nei dispositivi con la mela. Tuttavia, dopo una serie di incontri (considerati produttivi da Masimo), Apple avrebbe iniziato a sottrarle impiegati chiave.

Nomi importanti come Michael O’Reilly, ex responsabile della medicina e EVP Medical Affairs presso Masimo, oppure Marcelo Lamego, CTO di Cercacor, una costola societaria di Masimo. Tutte assunzioni che avrebbero sottratto know-how ed esperienza alla competitor che ora chiede i danni e soprattutto intende aggiungere i nomi dei propri ingegneri a quattro brevetti chiave attribuiti a Lamego dopo l’abbandono di Cercacor.

Ora però Masimo incalza, e accusa Cupertino di tirarla per le lunghe. I legali Apple infatti non hanno risposto alla causa di gennaio, e anzi hanno chiesto alla Corte di attendere finché la disputa sui brevetti non verrà risolta, così da “ridurre gli sprechi” e snellire la pratica; il che significa che la prima udienza utile slitta a aprile 2021. Per il CEO Joe Kiani, Apple sta tentando di “sfruttare una finestra di opportunità per catturare un mercato emergente” usando “risorse considerevoli e un intero ecosistema” così da conquistare market share alle spalle delle tecnologie brevettate da Masimo.

Uno dei prodotti di punta di Masimo è proprio il pulsossimetro, il che rende la vicenda particolarmente interessante alla luce del lancio dei nuovi Apple Watch Series 6 con misurazione dei livelli di ossigeno del sangue.

Gli utenti vedono “il Series 6 come un dispositivo medico” spiega Kiani, il che può “danneggiare i consumatori” e “ridurre le opportunità di Masimo di vendere prodotti di grado realmente medico ai consumatori.” Aggiorneremo il post non appena ci saranno ulteriori novità.