MacBook Pro 15" esploso, ecco il primo caso

C'è un motivo per cui Apple ha istituito un programma di sostituzione gratuita delle batterie dei MacBook Pro 15". È per evitare quello che è successo a questo utente.

Lo scorso mese, Apple ha reso disponibile un richiamo gratuito per alcuni MacBook Pro 15" venduti tra settembre 2015 e febbraio 2017, a causa della batteria difettosa. Ora emerge che uno di quei Mac è esploso a casa del suo proprietario e ha preso fuoco.

Non prendete sotto gamba la storia della riparazione gratuita, e non aspettate la fine dell'estate per pigrizia, perché potrebbe costarvi caro. Le immagini che trovate nel post sono state pubblicate su Facebook da Steven Gagne e mostrano il suo MacBook Pro 15" dopo l'esplosione che ha riempito di fumi tossici la sua abitazione, e causato discreti danni alla macchina.

Il portatile era in standby a guscio chiuso, non alimentato, quando a un certo punto ha iniziato ad emettere strani rumori scoppiettanti e un forte odore chimico. L'esito per fortuna è stato relativamente positivo, nel senso che a parte il Mac, non ci sono stati altri danni né persone infortunate. Ma il rischio era grande, ed è davvero imperativo che portiate il vostro Mac a far esaminare.

Per sapere se anche il vostro laptop rientra nell'iniziativa, è sufficiente aprire il menu mela (iconcina della mela nera in alto a sinistra del display) e selezionare Informazioni su questo Mac. Se trovate indicata la dicitura "15-inch, Mid 2015" allora siete in pericolo: prenotate immediatamente un appuntamento in Apple Store e fatelo riparare. Il costo dell'operazione è completamente gratuito.

Ad oggi, secondo i dati della U.S. Consumer Product Safety Commission, Apple ha ricevuto un totale di 26 rapporti di batterie surriscaldate che includevano 5 bruciature minori e 17 segnalazioni per danni a cose. Ma era la prima volta che vedevamo immagini così incisive e preoccupanti.

  • shares
  • Mail