Addio Notch, Oppo infila fotocamera sotto il display

Era l’ultimo problema da risolvere per eliminare la Notch di iPhone XS, e forse la soluzione è stata trovata. Oppo, un produttore Android, è riuscito a infilare la fotocamera sotto il display dello smartphone.

[tweet content=”

“]

Quando si pensa alla Notch di iPhone, ci si rende conto che non è bella: è solo un male necessario perché per al momento del debutto di iPhone X, non esistevano tecnologie che permettessero di sostituirla con qualcos’altro; per eliminarla, infatti, bisognerebbe trovare prima tecnologie alternative per tutti i sensori che ospita: Romeo e Giulietta per il Face ID, lo speaker, il sensore di luce ambientale e ovviamente la fotocamera.

Per gli speaker, la soluzione l’ha trovata Samsung trasformando l’intera scocca dello smartphone in una cassa acustica grazie alla tecnologia SoD. E ora, abbiamo una possibile soluzione anche per la fotocamera, grazie alla ricerca portata avanti da Oppo.

Non una fotocamera a scomparsa su binario meccanico (destinata quindi a rompersi, a lungo andare): l’idea è di nasconderla sotto il display così da eliminare del tutto Notch, bordure e fori per i sensori. La fotocamera sarà a malapena visibile, posta sotto il pannello OLED.

Ovviamente, questa soluzione produrrà un abbassamento della qualità complessiva dei selfie, e causerà diversi effetti collaterali come aloni e riflessi; per questa ragione, Oppo sta sviluppando un algoritmo software che epuri i difetti ottici in modo automatico. La società promette “una qualità paragonabile a quella degli altri dispositivi sul mercato” ma noi che siamo scettici vogliamo prima vederlo coi nostri occhi.

L’annuncio è stato fatto al MWC di Shanghai, e al momento non esiste una data di rilascio effettiva; ma è probabile che oramai sia questione di pochi mesi. E chissà che queste novità non ispirino Cupertino a cercare con più convinzioni formule alternative alle tecniche tradizionali. Già ridurre un po’ le dimensioni della Notch non sarebbe affatto male.

iPhone 11, “Notch” più piccola nel 2019?
Ti potrebbe interessare