Interrompere gli abbonamenti di App Store su iPhone e iPad

Quando disinstallate app collegate ad abbonamenti attivi, iPhone e iPad vi avvisano e vi permette di disabilitarli. Ecco come funziona.

Parliamo di

iOS 13 e iOS 14 nascondono sotto al cofano una miniera di novità che rendono molto più semplice gestire ogni aspetto della nostra vita digitale, e risparmiarci brutte notizie. Per esempio? Basta disinstallare app collegate ad abbonamenti attivi, e il sistema vi avviserà, permettendo così di disabilitarli al volo.

Bloccare chiamate anonime su iPhone

Fino ad oggi, per verificare quali abbonamenti fossero attivi su App Store era oggettivamente un casino. Su iPhone e iPad, bisognava, nell’ordine:

    1. Aprire Impostazioni → [Nome Cognome] → iTunes Store e App Store
    2. Selezionare il proprio Apple ID nella parte superiore dello schermo
    3. Toccare Visualizza ID Apple
    4. Scorrere verso il basso e toccare Abbonamenti
    5. Toccare l’abbonamento da gestire e infine terminarlo, dando conferma

Il tutto con un procedimento che 1. cambiava di tanto in tanto e 2. sembrava fatto apposta per scoraggiare l’operazione. Ma a partire da iOS 13 e in tutte le versioni successive, si cambia registro e gli sforzi verso una gestione più trasparente iniziano a dare frutti molto graditi.

Disabilitare un Abbonamento (Metodo Aggiornato)

Vuoi mantenere abbonamento per questa app iOS

Fermo restando che le indicazioni di cui sopra continuano a funzionare (e tornano utili per avere un quadro d’insieme della situazione abbonamenti su App Store), la differenza è che non sono più necessarie. In pratica, non serve più destreggiarsi nei meandri delle Impostazioni per cancellare l’abbonamento e infine disinstallare l’app.

Sarà sufficiente cercare l’app che non vi interessa più nella Home, e disinstallarla come al solito: se ci sono abbonamenti attivi, sarà iPhone stesso ad avvisarvi, offrendo una scorciatoia verso la pagina di gestione degli abbonamenti.

Un cambiamento che apprezziamo molto, e che va nella stessa direzione di un’altra importante miglioria avvistata lo scorso aprile, grazie alla quale diventerà praticamente impossibile attivare abbonamenti per sbaglio.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare