Sarà Zune la risposta di Microsoft ad iPod

Giorni fa parlavamo dei piani di Microsoft per la creazione di una vera alternativa ad iPod. Nel frattempo ormai quello che tutti sapevano è stato confermato ufficialmente: l’avversario del player della Mela ci sarà veramente, e si chiamerà Zune. La dichiarazione ufficiale è giunta da Chris Stephenson, general manager del marketing di Msn Entertainment, sul


Giorni fa parlavamo dei piani di Microsoft per la creazione di una vera alternativa ad iPod. Nel frattempo ormai quello che tutti sapevano è stato confermato ufficialmente: l’avversario del player della Mela ci sarà veramente, e si chiamerà Zune. La dichiarazione ufficiale è giunta da Chris Stephenson, general manager del marketing di Msn Entertainment, sul Wall Street Journal. Questo dispositivo avrà connettività wi-fi, e si immaginano già alcuni scenari wireless, come la possibilità di ascoltare la propria musica con un amico che si trova a km di distanza (etichette discografiche permettendo…). Quel che è certo è che la nuova via di espansione scelta da Redmond sarà supportata da investimenti faraonici, e probabilmente non ci si accontenterà di una convivenza con il dominio di Cupertino.

Resta da vedere se l’approccio di Microsoft sarà, oltre che originale, in sintonia con le necessità del pubblico. Non per altro, secondo Think Secret, la Mela non si scomoderà più di tanto, limitandosi a perfezionare il prodotto attuale, almeno prima del debutto degli iPod a schermo pieno. La sfida, che ha un sapore storico, si giocherà quasi certamente a dicembre, in occasione degli acquisti natalizi.

[via]

Ti potrebbe interessare
Apple istituisce un programma sostituzione auricolari
iPod

Apple istituisce un programma sostituzione auricolari

Pare che gli auricolari Apple (In-Ear col solo telecomando, e con telecomando+microfono) venduti in abbinamento con alcuni iPod shuffle di 3a generazione presentino fastidiosi problemi o smettano di funzionare all’improvviso. La finestra di tempo in cui sono stati commercializzati va grossomodo da febbraio 2009 a febbraio 2010, e per questi dispositivi è prevista una sostituzione

Apple proibisce il jailbreak agli sviluppatori
iPhone 3G

Apple proibisce il jailbreak agli sviluppatori

Che Apple non vedesse di buon occhio la pratica del jailbreak era quantomeno scontato e di per sé evidente. Con l’ultima revisione del contratto di licenza che ogni sviluppatore iPhone deve accettare, tuttavia, Cupertino stringe la morsa e vieta esplicitamente il jailbreak, lo sviluppo e la distribuzione di applicazioni jailbreak, e proibisce anche di favorirlo

Gli ordini di memoria flash per il nuovo iPhone
iPhone

Gli ordini di memoria flash per il nuovo iPhone

Gli approvvigionamenti per l’atteso (e mai annunciato) iPhone di prossima generazione starebbero creando non poco scompiglio tra i produttori di memoria flash: si vocifera di giganteschi ordini piazzati da Apple, e si teme il rialzo dei prezzi. Il gigante si è mosso, verrebbe da dire. Secondo l’analista di ThinkEquity, Vijay Rakesh, a Cupertino avrebbero dato

MWSF ’09: dite la vostra
Eventi Apple

MWSF ’09: dite la vostra

Il keynote del MWSF ’09 è in corso e lo potete seguire in diretta su live.melablog.it. Qui, invece, lo spazio è tutto per voi: per i vostri commenti e le le vostre impressioni a caldo sull’ultimo capitolo che vede Apple protagonista di un Macworld.

Safe Sleep: non più solo per PowerBook
iPhone

Safe Sleep: non più solo per PowerBook

I nuovissimi PowerBook lanciati meno di un mese fa dispongono di una nuova funzione, chiamata Safe Sleep. Il Safe Sleep è molto simile alla funzione “Sospendi” di Windows: questa operazione “congela” il computer, in modo tale che alla prossima accensione riavremo il desktop così come l’avevamo lasciato. In brevi istanti recupereremo tutte le applicazioni aperte