Tempo di utilizzo: iOS limita le app e i ragazzi scoprono come eluderlo

In teoria, iOS 12 e iOS 13 controllano quanto tempo passate su ogni app e vi bloccano se state esagerando. Ma come spesso accade, fatta la legge trovato l’inganno.

Parliamo di

Aggiornamento del 16 ottobre 2019

Con iOS 12, Apple ha introdotto dei meccanismi che consentono di verificare quanto tempo passate incollati allo schermo dell’iPhone, e di impostare dei massimali giornalieri per figli e nipoti. Peccato che questi ultimi abbiano già individuato un gran numero di falle nel sistema che gli permettono di bypassare allegramente molte delle limitazioni imposte, e i trucchi funzionano pure su iOS 13.

Tempo di Utilizzo, iOS 12 vi dice se usate troppo iPhone e app

L’idea di fondo è buona: tenere un registro di quanto tempo si passa su ogni singola app, e impedire gli abusi impostando dei limiti di utilizzo, per sé e per gli altri; ma è evidente che nulla può un colosso come Apple di fronte al genio e alla fame di Pokémon di un settenne.

L’hacker David Schuetz racconta su Twitter:

E niente, mio figlio -il più grande- stava guardando dei video l’ultima volta che l’ho visto a letto l’altra notte. Un’ora dopo, stava ancora guardando video. Alla fine, ho scoperto come faceva: in pratica, forzava la chiusura di Safari e i limiti di utilizzo non venivano ricontrollati al lancio successivo.

Falle nel Sistema

Ma in realtà, questo di Safari è solo l’ultimo dei tanti buchi di sistema emersi nella gestione dei limiti di utilizzo, ed è evidente che Apple ha tutto l’interesse a calafatarli al primo aggiornamento utile. È una guerra del gatto e del topo, dopotutto, e bambini e teenager la stanno vincendo grazie ai consigli che si scambiano sui social network e su Internet.

“Non si tratta di ingegneria aerospaziale, di backdoor o di hack da Dark Web” spiega Chris McKenna, fondatore dell’Internet safety group Protect Young Eyes. “Sono trucchi che può scovare anche un ragazzo delle medie particolarmente ostinato, ed è scioccante che Apple non ci abbia pensato a sufficienza.”

Ecco un assaggio di alcune delle falle che sono state individuate finora da ingegnosi minorenni cui dovrebbero dare la laurea honoris causa:

  • Giochi Illimitati: basta eliminare e scaricare nuovamente l’app da App Store per annullare qualunque limite precedentemente imposto (per evitarlo, si può impostare blocchi sul download delle app da App Store).
  • Youtube Illimitato: Basta inviarsi video via l’app Youtube in iMessage per vederseli con tutto comodo.
  • Navigazione Illimitata: Basta forzare la chiusura di Safari per annullare tutti i limiti precedentemente imposti.
  • Aprire Youtube (Anche se Bloccato): Pare che se si tocca una pubblicità nelle app che rimanda ad un video su YouTube, si apra prima il browser e poi l’app che se tecnicamente bloccata.

Un’emergenza tale da costringere i genitori a confederarsi e lanciare un sito Web aggiornato di continuo con l’elenco completo delle falle e i consigli per neutralizzarle.

E voi (o i vostri figli/nipoti) quali trucchi avete scoperto? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook (tagateci), e promettiamo di aggiornare il post dandovi la gloria eterna che meritate.

Bambini & iPhone: troppo smartphone fa male? La scienza dice no
Ti potrebbe interessare