QR code per la pagina originale

Apple fa pace con Microsoft? iTunes su Windows Store e programmazione iOS

Come cambiano i tempi. Anni fa era una guerra tra Microsoft e Apple, ora invece è cambiato tutto: iTunes sbarca su Windows Store, e per programmare su iPhone non serve più un Mac.

,

Come cambiano i tempi. Anni fa era una guerra tra Microsoft e Apple, ora invece è tutta un’altra storia: iTunes sbarca su Windows Store, e per programmare su iPhone non serve più un Mac.

Touch Bar, Microsoft l’aveva progettata già nel 1999 iPad VS. Surface, Microsoft batte Apple per soddisfazione clienti

Unite nella missiva contro Tump, ora Cupertino e Redmond convergono sul software, e in modi che non avremmo mai creduto possibili.

iTunes, infatti, è ufficialmente presente anche sul Windows Store, l’equivalente PC del nostro Mac App Store; un bazaar di app che però è infinitamente più piccolo rispetto all’omologo con la mela, e parecchio più sguarnito. Vi basti pensare che non dispone neppure di titoli banali come Google Chrome o Spotify. Un’aggiunta di questo tipo, insomma, costituisce di sicuro un’ottima notizia per Microsoft.

Ben più interessante, tuttavia, è la novità presentata alla Conferenza Build 2017, secondo cui Windows 10 Fall Creators Update -un importante aggiornamento di Windows 10 in arrivo in autunno- consentirà agli utenti collegare tra loro i dispositivi Windows e iOS, e di tenere sincronizzati attraverso Cortana le app disponibili sui entrambe le piattaforme. Per intenderci, è una sorta di Continuity tra Windows e iOS.

In più, i computer Windows potranno creare app per iPhone e iPad senza utilizzare un Mac, grazie a Xamarin Live Player (simulatore iPhone e Android) e Visual Studio (ambiente di programmazione). Il Mac servirà solo per l’ultima parte: la creazione della build finale, e l’invio all’App Store.