Apple deve 13 miliardi di euro in tasse all'Irlanda, parola della Commissione Europea

La Commissione Europea contro Apple e Irlanda: chi la spunterà?

tim_cook_arrabbiato.jpeg

Apple deve pagare circa 13 miliardi di euro in tasse all'Irlanda. Lo ha stabilito la Commissione Europea, alla fine di un'indagine durata tre anni. Secondo le autorità del Vecchio Continente, i benefici dell'azienda americana sarebbero illegali: rispetto ad altre attività Apple avrebbe ottenuto percentuali di molto inferiori, pari all'incirca all'1%.

Sia l'Irlanda che Apple hanno comunicato di essere in disaccordo con la decisione, e di avere intenzione di ricorrere in appello contro di essa. Margarethe Vestager, Commissario UE, nel frattempo ha specificato quanto segue:

"Gli Stati membri non possono dare benefici sulle tasse a società prescelte - è illegale secondo le regole sugli aiuti di Stato europee. L'indagine della Commissione ha concluso che l'Irlanda ha garantito benefici illegali ad Apple, che ha pagato per diversi anni meno tasse rispetto ad altre società."

La percentuale standard per le tasse in Irlanda è pari al 12,5%: Apple avrebbe beneficiato di percentuali ben inferiori a partire dal 2003, fino ad arrivare al 0,005% dei profitti nel 2014. Secondo Apple, l'esito dell'indagine metterà a repentaglio i posti di lavoro delle persone impiegate nell'intera Europa:

"La Commissione Europea ha intenzione di riscrivere la storia di Apple in Europa, ignorando le leggi sulle tasse europee e capovolgendo il sistema di tasse internazionali nel processo. Il punto della Commissione non è quanto Apple paghi in tasse, ma quale governo raccolga i soldi. Avrà un effetto profondo e dannoso sugli investimenti e sulla creazione di posti di lavoro in Europa."

Michael Noonan, ministro delle finanze irlandese, si è detto profondamente in disaccordo con la Commissione, annunciando come dicevamo l'intenzione di darle battaglia. A ogni modo, Apple non è l'unica società in questa posizione: un anno fa, la Commissione chiede alle autorità olandesi di riscuotere circa 30 milioni di Euro da Starbucks, mentre anche la Fiat ha avuto vicissitudini simili in Lussemburgo.

Via | Bbc.com

  • shares
  • Mail