Jony Ive disegna un iPad Pro esclusivo per beneficenza

Jony Ive ha disegnato un iPad Pro in esclusiva per un’asta di beneficenza: i ricavi potrebbero arrivare fino a 18.000 euro.

Parliamo di

Apple e WWF insieme per raccogliere fondi per l’Earth DayIn questo mese di aprile, Apple è particolarmente dedicata alle iniziative di beneficenza. Dopo l’arrivo di acquisti ad hoc nell’App Store per l’Earth Day, dalla società di Cupertino arriva anche un iPad Pro esclusivo, unico nel suo genere e disegnato da Jony Ive in persona.

L’iPad Pro in questione andrà all’asta presso il London’s Design Museum il prossimo 28 aprile, come annunciato sul sito ufficiale dedicato all’asta. Il tablet sarà della categoria da 12,9 pollici, con finiture anodizzate attraverso l’uso di una speciale vernice di colore giallo. Insieme al dispositivo sarà venduta anche una cover di colore blu cobalto e un Apple Pencil dotato di un case in pelle arancione.

Le offerte attese per l’oggetto e per tutti i suoi accessori disegnati da Jony Ive dovrebbero raggiungere secondo le stime una quota di 10-15.000 sterline, pari a una cifra variabile tra i 12.000 e i 18.000 euro.

Via | TechCrunch.com

Ti potrebbe interessare
Final Cut Pro si aggiorna alla versione 6.0.6
Software Apple

Final Cut Pro si aggiorna alla versione 6.0.6

Apple ha rilasciato un aggiornamento per il suo programma di editing video professionale Final Cut Pro, facente parte della suite Final Cut Studio. Secondo le note di rilascio, l’aggiornamento 6.0.6 è atto a correggere alcuni problemi nella riproduzione in tempo reale su Mac Pro e Xserve di inizio 2009.Dopo l’aggiornamento dovrebbe essere possibile riscontrare un

NotMac: l’alternativa freeware e open source a .Mac
Software Apple

NotMac: l’alternativa freeware e open source a .Mac

Abbiamo parlato molto spesso della possibilità di sostituire molti servizi che Apple fornisce attraverso l’abbonamento a .Mac, con espedienti gratuiti. Questo perché in molti ritengono il servizio ancora troppo costoso, in rapporto ad affidabilità e storage in particolare.Il problema è che dot-Mac rimane sempre la soluzione più integrata in Os X, e lo sarà ancor