Apple Watch, iPad Pro e FaceTime: 3 feature promesse e mai lanciate

Alcune delle feature promesse da Apple riguardo Apple Watch, iPad Pro e FaceTime non sono mai arrivate. Ma gli utenti ci avevano creduto, e ora è un bel problema.

Le bugie di Apple

Apple ha una buona abitudine: non parla mai di prodotti non ancora annunciati, né annuncia mai feature che che non siano già pronte o quasi, con poche e mirabili eccezioni, tipo Siri. Eppure, ci sono almeno tre promesse infrante, fatte a suo tempo ma non ancora realizzate: riguardano Apple Watch, iPad Pro e addirittura FaceTime.

Walkie Talkie

walkietalkie.jpg

Era una delle feature preferite del team esecutivo, presentata durante il lancio di Apple Watch, e ribattezzata semplicemente Walkie-Talkie. Era comparsa perfino sul sito Apple (la trovate ancora su WayBackMachine), per poi sparire senza lasciar traccia. Non se ne parla semplicemente più, e non è stata nemmeno aggiunta con watchOS 2.0: che fine ha fatto?

iPad Pro

inking.jpg

Quando questo utente di Reddit ha acquistato un iPad Pro, pensava che avrebbe potuto farci tutto quel che era stato mostrato nel keynote di presentazione. E invece l'amara sorpresa: Microsoft Inking, la tecnologia che consente di prendere appunti con Apple Pencil direttamente sui documenti MS Office, non è ancora pronta.

Microsoft garantisce che arriverà presto, ma magari potevano specificarlo meglio. E poi, per carità, la colpa qui è principalmente di Redmond, ma anche Apple ha la sua parte di responsabilità, visto che la conferenza era sua.

FaceTime

L'aveva promesso Steve Jobs in persona, e invece dei proclami non s'è fatto più nulla. FaceTime era destinato a diventare standard di mercato, dunque libero e aperto all'interoperabilità; poi, invece, è rimasto di fatto uno standard per OS X e iOS.

Questo non vuol dire necessariamente che Cupertino non abbia avanzato formale richiesta di ratificazione dello standard, ma poiché questo tipo di pratiche è spesso protetto da non-disclosure agreement, non c'è modo di saperlo. Dopotutto, Microsoft, Google, Cisco e le altre big hanno già i loro, di standard audio-video, dunque non avrebbero interesse ad abbracciare FaceTime. Il che, se non si è capito, ci dispiace alquanto.

  • shares
  • Mail