iPhone 6s, molto più che un semplice aggiornamento ‘s’

Benché non costituiscano una rivoluzione, i nuovi iPhone portano un discreto quantitativo di novità rispetto ai predecessori. Ecco qualche esempio.

Parliamo di

iPhone 6s e 6s Plus dovevano costituire un aggiornamento di routine, e gran parte delle novità introdotte erano praticamente state svelate anzitempo dai rumors. Quel che mancava, tuttavia, era un disegno d’insieme che collegasse il tutto -Force Touch, Feedback Tattile, iOS 9, Fotocamera più potente e così via. E la narrazione di Apple, ieri sera, è stata molto convincente: il nuovo iPhone è oggettivamente molto migliore del predecessore per almeno 3 importanti motivazioni.

Apple annuncia iPhone 6s e 6s Plus: ecco caratteristiche, prezzi e data di uscita

1. 3D Touch

Ogni nuovo iPhone, a sentire Ive e Cook, è sempre “rivoluzionario” ma stavolta (a differenza di altre, tipo iPhone 5c) le sparate del marketing hanno un fondamento. Per creare il 3D Touch, cioè la pressione lunga che apre alle scorciatoie di sistema, ci sono voluti “molti, molti, molti anni” di ricerca e sviluppo, ha dichiarato Phil Schiller a margine dell’evento.

Dal punto di vista ingegneristico, è stato “incredibilmente difficile” infilare questa tecnologia in un dispositivo tanto piccolo e sottile, e la cosa “ha richiesto giganteschi costi e investimenti nella produzione.”

“iPhone 6s e iPhone 6s Plus,” scrive Apple, “offrono nuovi modi di navigare e vivere l’iPhone: grazie al rilevamento della pressione, è stato possibile introdurre nuove gesture, Peek e Pop, per immergersi dentro e fuori un contenuto senza perdere il segno. Basta premere leggermente per dare un’occhiata a una foto, un’e-mail, una pagina web o altri contenuti, e premere un po’ più a fondo per entrare direttamente dentro contenuto. Con le azioni rapide, 3D Touch offre scorciatoie per accedere alle azioni più comuni, così l’utente potrà inviare un messaggio o scattare un selfie con una semplice pressione dalla schermata Home.”

2. Hey Siri e Proattività

Il fatto di aver inserito il Co-processore di Movimento nel chip A9, consente ad Apple di far funzionare i comandi vocali senza necessità di premere pulsanti fisici; basta dire “Hey Siri” in qualunque momento, e anche se l’iPhone non è in carica, per iniziare a interagire con l’assistente virtuale di Cupertino.

Ma in generale, è tutto iOS 9 che nasce e si sviluppa attorno a 3D Touch, Proattività, Siri e all’ecosistema Apple. È, per dirla con le parole di Ive, il vantaggio di chi costruisce sia l’hardware che il software assieme: alla fine si ha un prodotto con un’anima e un carattere, e non si può dire che iPhone 6s ne difetti.

Fotocamera

iPhone 6 e iPhone 6 Plus, test della fotocamera in Islanda

La fotocamera da 12 Megapixel ha richiesto diversi sforzi per consentire di ottenere foto all’altezza delle aspettative, e a giudicare da quel che abbiamo visto ieri sera, le promesse dovrebbero essere mantenute.

Attendiamo ovviamente il riscontro dei professionisti del settore, ma c’è da dire che Apple finora non ha mai deluso su questo fronte. Basta guardare all’evoluzione della fotocamera di iPhone per rendersene conto: ogni update di gamma porta a sostanziali miglioramenti.

Ti potrebbe interessare
Foto del presunto iPad aggiornato con porta Lightning
iPad

Foto del presunto iPad aggiornato con porta Lightning

Dopo numerose indiscrezioni sull’imminente debutto di un Nuovo iPad aggiornato, il sito Apple.Pro ha pubblicato su Facebook la prima immagine della presunta scocca del tablet della Mela, che mostra la fessura per il connettore Lightning ed il componente interno che ospita la nuova porta in luogo del classico connettore Apple da 30 pin. Se la

Jerry York ricoverato in condizioni critiche (Aggiornato)
iPhone

Jerry York ricoverato in condizioni critiche (Aggiornato)

Jerry York, membro del consiglio direttivo di Apple, è stato ricoverato per emorragia cerebrale a Pontiac, nel Michigan, dove vive. Le sue condizioni sono critiche, riferiscono i medici. Jerry York ha 71 anni ed è conosciuto per aver risanato, negli ultimi decenni, i bilanci di alcune compagnie, tra cui IBM e Chrysler. Jerry York è

iPhone 3G nel 2008, parola di Randall Stephenson
iPhone

iPhone 3G nel 2008, parola di Randall Stephenson

Nella tarda sera di ieri, durante la Churchill Club Annual Dinner, Randall Stephenson (CEO di AT&T), ha dichiarato che nel 2008 verrà commercializzato un iPhone 3G. “You’ll have it nex year”, è la risposta lapidaria ed evasiva fornita da Stephenson alle domande relative alla disponibilità del nuovo modello dello smartphone. Del medesimo “stampo” la dichiarazione

Matthew Key vuole vendere 200mila iPhone in 2 mesi
iPhone

Matthew Key vuole vendere 200mila iPhone in 2 mesi

A quanto pare Matthew Key, CEO di O2, ha un suo personale desiderio: secondo quanto riportato dal Financial Time, Key auspica di vendere qualcosa come 200.000 iPhone nei primi due mesi di vendita nel Regno Unito. Oltre a ciò, il giovane CEO sembra più che fiducioso sulla continuazione della partnership con Apple anche per la