Ufficiale: Apple vince la battaglia per i prezzi fissi su iTunes

Apple conferma sul Financial Times le indiscrezioni di qualche giorno fa, annunciando di essere riuscita a rinnovare i contratti con le quattro etichette musicali più grandi (Universal, Warner Music, Emi e Sony BMG), mantenendo il prezzo fisso di 99 centesimi per brano. Questo risultato è frutto di una lunga battaglia, che ha visto Steve Jobs

Apple conferma sul Financial Times le indiscrezioni di qualche giorno fa, annunciando di essere riuscita a rinnovare i contratti con le quattro etichette musicali più grandi (Universal, Warner Music, Emi e Sony BMG), mantenendo il prezzo fisso di 99 centesimi per brano.

Questo risultato è frutto di una lunga battaglia, che ha visto Steve Jobs e i Ceo delle varie etichette affrontarsi pubblicamente. Mentre Jobs ha persino accusato le etichette di avidità, alcune sostenevano che i prezzi fissi avrebbero consentito di far pagare di più gli artisti più affermati, ma anche di proporre a prezzi inferiori i giovani.

Evidentemente il potere contrattuale della Mela nel campo della musica digitale è troppo forte, al momento, e i partner hanno dovuto cedere. Sicuramente un listino brani perfettamente omogeneo rimane più in linea con le scelte di Apple, che possono creare una confidenza più immediata con il mondo del download legale.

Ti potrebbe interessare
HomePod mini sbarca in Italia, in 3 nuovi colori
iPhone

HomePod mini sbarca in Italia, in 3 nuovi colori

Le notizie sono due. Primo, HomePod mini finalmente debutterà sul mercato italiano come aveva anticipato Cupertino nei mesi scorsi. L’altra è che, con un ritardo abissale sui concorrenti, lo smart speaker di Apple arriva in colori multipli. Feature di HomePod Piccolo ma Potente Prezzi e Disponibilità Feature di HomePodOltre che in Grigio Siderale e Bianco,