iOS 9, novità per iMessage, Apple Pay e tastiera

Con iOS 9 aspettatevi interessanti miglioramenti per iMessage, Apple Pay, tastiera e nell’interfaccia. Ma alcune novità sono solo per iPhone 6s.

Parliamo di

È praticamente certo oramai che, pur preferendo la stabilità alle novità, iOS 9 integrerà Split-Screen, Multi-Utenza e Mappe migliori con mezzi pubblici, un iTunes Radio rinnovato, una nuova app per la domotica e alcune variazioni all’interfaccia grafica. Ora, però, spuntano altre cosette molto interessanti, riguardo Force Touch, iMessage, Apple Pay e tastiera.

OS X 10.11 e iOS 9: 4 novità e una bella sorpresa

Force Touch

iPhone 6s: fotocamera da 12 MP, 2GB di RAM, nuovi colori

iOS 9 supporterà il Force Touch ma soltanto su iPhone 6s e successivi, cioè sui telefoni Apple dotati di display Force Touch con feedback tattile. La prossima Major Release di iOS integrerà questa tecnologia sin da subito, così da dare il tempo agli sviluppatori di adattare le proprie app.

E così, con una pressione lunga del dito, sarà possibile impostare un segnaposto sulle Mappe, aggiungere un nuovo evento sul Calendario o cercare parole nel dizionario. Esattamente come su MacBook e sugli ultimi MacBook Pro.

iMessage

Piccole ma gradite migliorie arriveranno anche per iMessage. Apple ha praticato qualche modificato lato server e irrobustito il protocollo, così da supportare le conferme di lettura anche per le chat di gruppo e la personalizzazione delle ricevute. In altre parole, l’app di messaggistica predefinita di iOS 9 consentirà di attivare l’avviso di lettura solo per determinati contatti (tipo dolce metà e amici) e non per altri (datore di lavoro, colleghi e gente antipatica).

Tastiere

iOS 8, installare e personalizzare Tastiere alternative

La tastiera in modalità landscape di iOS 9 sarà profondamente rivista rispetto a quella attuale, e includerà nuovi controlli per l’editing del testo. Inoltre, la tastiera predittiva dovrebbe risultare più pratica da usare.

Espansione Apple Pay

Il Canada sarà il prossimo paese a ospitare Apple Pay, al di fuori degli Stati Uniti; la nuova versione di Passbook conterrà infatti tutto il necessario per supportare le banche, le carte di credito/debito e gli istituti finanziari canadesi. Speriamo che qualcosa si muova anche qui nel Vecchio Continente, perché oramai iniziamo a perdere le speranze.

Varie ed eventuali

Pare infine che Apple voglia togliere di mezzo l’app Game Center, tant’è che in alcune Beta di iOS 9 non proprio presente. Inoltre, saranno aggiunti nuovi valori nell’app Salute.

Ti potrebbe interessare
H.264 ha già vinto su Flash
iPhone

H.264 ha già vinto su Flash

Nel duro attacco sferrato da Steve Jobs contro Adobe e la sua tecnologia Flash, c’è un passaggio decisamente importante per gli utenti finali. Secondo Jobs, infatti, gli utenti di iPad e iPhone non si starebbero perdendo poi molto, perché se è vero che oggi il 75% dei video sul web è in Flash, è anche

Campagna anti-Vista negli Apple Store
iPhone

Campagna anti-Vista negli Apple Store

Come anticipava AppleInsider qualche giorno fa, Apple ha avviato nei suoi store ufficiali una campagna negativa nei confronti di Vista. Con il nuovo slogan “Go Beyond Vista… It’s time to get a Mac” sembra che Apple abbia decorato i poster dei punti vendita e le magliette dei rivenditori. La prova nelle due immagini che vedrete

Olimpiadi di Torino: le immagini più belle si fanno con tecnologie Apple
iPhone

Olimpiadi di Torino: le immagini più belle si fanno con tecnologie Apple

Parliamo ancora dei giochi olimpici di Torino per scoprire che, al di là degli iPod, c’è ancora molta Apple da incontrare. Mentre ammiravate il doppio axel di Carolina Kostner o la vittoria di Chad Hedrick (foto) vi siete chiesti come facciano i fotografi a realizzare quelle immagini stupende, che troverete sui giornali o online dopo

ATR: Lungometraggi su iTunes, iBook, Mac Mini e una sorpresa
Apple Book iTunes Store Mac

ATR: Lungometraggi su iTunes, iBook, Mac Mini e una sorpresa

Se esisterà veramente un iPod con schermo ampio, allora la prospettiva di un iTunes Movie Store può tornare alla ribalta. Secondo l’analista dell’American Technology Research, Shaw Wu, il 28 “c’è più del 50% delle possbilità che Apple annunci i suoi primi film a lungometraggio scaricabili su iTunes”. Tuttavia la stessa ricerca non conferma l’esistenza di