iOS 9, novità per iMessage, Apple Pay e tastiera

Con iOS 9 aspettatevi interessanti miglioramenti per iMessage, Apple Pay, tastiera e nell’interfaccia. Ma alcune novità sono solo per iPhone 6s.

Parliamo di

È praticamente certo oramai che, pur preferendo la stabilità alle novità, iOS 9 integrerà Split-Screen, Multi-Utenza e Mappe migliori con mezzi pubblici, un iTunes Radio rinnovato, una nuova app per la domotica e alcune variazioni all’interfaccia grafica. Ora, però, spuntano altre cosette molto interessanti, riguardo Force Touch, iMessage, Apple Pay e tastiera.

OS X 10.11 e iOS 9: 4 novità e una bella sorpresa

Force Touch

iPhone 6s: fotocamera da 12 MP, 2GB di RAM, nuovi colori

iOS 9 supporterà il Force Touch ma soltanto su iPhone 6s e successivi, cioè sui telefoni Apple dotati di display Force Touch con feedback tattile. La prossima Major Release di iOS integrerà questa tecnologia sin da subito, così da dare il tempo agli sviluppatori di adattare le proprie app.

E così, con una pressione lunga del dito, sarà possibile impostare un segnaposto sulle Mappe, aggiungere un nuovo evento sul Calendario o cercare parole nel dizionario. Esattamente come su MacBook e sugli ultimi MacBook Pro.

iMessage

Piccole ma gradite migliorie arriveranno anche per iMessage. Apple ha praticato qualche modificato lato server e irrobustito il protocollo, così da supportare le conferme di lettura anche per le chat di gruppo e la personalizzazione delle ricevute. In altre parole, l’app di messaggistica predefinita di iOS 9 consentirà di attivare l’avviso di lettura solo per determinati contatti (tipo dolce metà e amici) e non per altri (datore di lavoro, colleghi e gente antipatica).

Tastiere

iOS 8, installare e personalizzare Tastiere alternative

La tastiera in modalità landscape di iOS 9 sarà profondamente rivista rispetto a quella attuale, e includerà nuovi controlli per l’editing del testo. Inoltre, la tastiera predittiva dovrebbe risultare più pratica da usare.

Espansione Apple Pay

Il Canada sarà il prossimo paese a ospitare Apple Pay, al di fuori degli Stati Uniti; la nuova versione di Passbook conterrà infatti tutto il necessario per supportare le banche, le carte di credito/debito e gli istituti finanziari canadesi. Speriamo che qualcosa si muova anche qui nel Vecchio Continente, perché oramai iniziamo a perdere le speranze.

Varie ed eventuali

Pare infine che Apple voglia togliere di mezzo l’app Game Center, tant’è che in alcune Beta di iOS 9 non proprio presente. Inoltre, saranno aggiunti nuovi valori nell’app Salute.

Ti potrebbe interessare
THX fa causa ad Apple per gli speaker di iMac, iPhone e iPad
iPhone

THX fa causa ad Apple per gli speaker di iMac, iPhone e iPad

THX, la nota società di certificazione di qualità dei sistemi audio fondata 30 anni fa dalla Lucasfilm di George Lucas, ha fatto causa ad Apple. È opinione dell’accusa che gli speaker presenti nei nuovi iMac, negli iPhone e negli iPad infrangerebbero un suo brevetto depositato.

iPad mini: trapelata la presunta batteria da 16.7 Watt ora
iPad

iPad mini: trapelata la presunta batteria da 16.7 Watt ora

Macrumors ha ricevuto e pubblicato due immagini che ritrarrebbero la presunta batteria del nuovo iPad mini, la cui presentazione è attesa per il 23 ottobre.Sulla batteria sono impressi diversi codici, molti ancora mascherati con delle x, segno che si tratta di un esemplare di test o di preproduzione, tuttavia il più interessante di questi è

I problemi di iTunes nel MacBook Air con Mac OS X 10.6.7
iPhone

I problemi di iTunes nel MacBook Air con Mac OS X 10.6.7

Capita che l’aggiornamento del sistema operativo porti alcuni problemi di compatibilità di applicazioni e/o hardware. Giusto ieri parlavamo dell’aggiornamento a Mac OS X 10.6.7 che cancellava i driver delle schede grafiche Quadro 4000, obbligando NVIDIA a pubblicare driver compatibili in tutta fretta. Adesso sembra che molti utenti di MacBook Air 13″ (ma non solo) abbiano

Top-10 App Store: MobileFiles
iPhone 3G iPod touch

Top-10 App Store: MobileFiles

Una cosa di cui Apple si è “dimenticata”, lanciando iPhone, è garantire l’accesso in mobilità ai propri documenti. Niente paura, perché gli sviluppatori indipendenti ci hanno pensato e su App Store sono comparse varie soluzioni. Una delle più versatili è MobileFiles, programma che consente l’accesso, il download e la fruizione sul dispositivo dei file archiviati