Apple brevetta la messa a fuoco multipunto per i dispositivi touch

Apple brevetta la messa a fuoco multipunto per i dispositivi touch

Parliamo di


L’ufficio brevetti statunitense ha recentemente concesso ad Apple la paternità del sistema di messa a fuoco multipunto per dispositivi touch dotati di fotocamera integrata, come l’iPhone, l’iPod touch e l’iPad. Ecco come viene descritto in sintesi il brevetto:

La fotocamera include una lente per mettere a fuoco un’immagine su un sensore di immagini e di un display touch per selezionare liberamente su un’anteprima dell’immagine due o più regioni di interesse con un semplice tocco. Un processore di immagini è accoppiato al sensore di immagini ed al display sensibile al tocco. Il processore di immagini visualizza l’anteprima dal vivo mostrando la messa a fuoco dalla lente sul sensore di immagini. Il processore di immagini riceve inoltre la selezione delle regioni di interesse e controlla l’acquisizione dell’immagine dal sensore in base alle caratteristiche della scena e delle zone che corrispondono ad almeno due delle regioni di interesse selezionate. Il processore può ottimizzare la nitidezza dell’immagine e/o l’esposizione dell’immagine in almeno due delle regioni di interesse. Il processore di immagine può seguire il movimento delle regioni di interesse selezionate.

In sostanza il brevetto di Apple permette di ottimizzare la messa a fuoco e l’esposizione in due o più regioni della scena sulla base delle selezioni effettuate dall’utente con un semplice tocco sullo schermo e di mostrare il risultato finale dal vivo, prima di effettuare lo scatto vero e proprio. Il fatto che il processore sia anche in grado di seguire il movimento delle regioni selezionate potrebbe significare che questa tecnologia può essere anche applicata alla registrazione di video.

Un simile processore di immagine potrebbe richiedere un chip separato per gestire la notevole mole di calcoli che devono essere effettuati, diversamente da quanto avviene negli attuali dispositivi Apple dove l’elaborazione dell’immagine è affidata al processore.

Invece di puntare su un’ulteriore un ulteriore incremento dei megapixel Apple potrebbe scegliere di adottare questo sistema nel nuovo iPhone, montando un obiettivo più evoluto ed un processore di immagini dedicato, come avviene nelle tradizionali fotocamere digitali.

[via appleinsider]

Ti potrebbe interessare
Apple registra il marchio “Mobile Me”
iPhone

Apple registra il marchio “Mobile Me”

“Mobile Me”: uno slogan che potrebbe ricordare mille cose, sicuramente anche un cellulare o un servizio di telefonia. Ed è uno slogan che ha registrato proprio Apple, lo scorso 5 gennaio. Se ne è accorta Reuters che ha rilanciato, ancora una volta, il rumor confuso sul rapporto tra la Mela e la telefonia. Il delirio