Nuovo iPhone con display da 4″ incrementato solo in altezza?

Il nuovo iPhone potrebbe avere un display da 4 pollici largo come l’attuale display da 3.5 pollici ma più lungo

Parliamo di


Da tempo si parla della possibile adozione di un display da almeno 4 pollici sul prossimo iPhone, ma se la risoluzione rimanesse di 960 x 640 pixel la densità di pixel scenderebbe da 328 dpi a 288 dpi, un lieve peggioramento rispetto all’attuale Retina Display.

Secondo alcune indiscrezioni Apple starebbe testando il nuovo iPhone utilizzando i case dell’attuale iPhone 4S, sebbene il design finale sarà diverso, ma questo implica che il display da 4 pollici è comunque ospitato nello stesso spazio dove viene alloggiato il display da 3.5 pollici.

L’unico modo per un display da 4 pollici per mantenere una densità di pixel di 328 dpi e nello stesso tempo la stessa larghezza di un display da 3.5 pollici è crescere in altezza, ovvero aumentare la risoluzione a 1152 x 640 pixel variando il rapporto d’aspetto da 4:3 3:2 ad un inusuale 9:5.

L’aumento della risoluzione del display comporterebbe però la necessità di adattare le applicazioni, Apple potrebbe trarre beneficio dallo spazio in più presente sullo schermo per aggiungere altre 4 icone nella home screen o per aumentare l’area visibile delle pagine web o delle mappe, mentre le tradizionali applicazioni per iPhone comparirebbero con due bande laterali, a meno che gli sviluppatori non aggiornino le loro applicazioni per supportare questa nuova risoluzione.

Secondo voi è una soluzione plausibile?

Nuovo iPhone con display da 4
Nuovo iPhone con display da 4
Nuovo iPhone con display da 4
Nuovo iPhone con display da 4
[via theverge]

Ti potrebbe interessare
GrabBox: condivisione degli screenshot tramite DropBox
Software Apple

GrabBox: condivisione degli screenshot tramite DropBox

GrabBox è un software per Mac che consente di condividere in automatico gli screenshot sfruttando il proprio account di DropBox, il celebre servizio multipiattaforma di file hosting e sincronizzazione automatica di file su Internet tramite cloud.L’applicazione non è altro che una piccola utility semplice da settare, ma molto pratica. Per poter utilizzare GrabBox è necessario

Brightcove (New York Times, Time etc.) annuncia il supporto ad HTML5
iPad

Brightcove (New York Times, Time etc.) annuncia il supporto ad HTML5

Come sappiamo, l’assenza di Flash su iPad ha provocato reazioni non sempre benevole, soprattutto per chi non ha le risorse da impiegare in quei “cambiamenti trasversali” che Apple richiede sui siti dei produttori di contenuti. Ma tra critiche ragionevoli e spiccia ironia, c’è pure chi decide di gettarsi anima e cuore in HTML5. E’ il

Security Update 2006-007
iPhone

Security Update 2006-007

Apple ha reso disponibile, tramite Aggiornamento Software, un consistente (oltre 20 Mb) Security Update. L’aggiornamento, contrassegnato come 2006-007, pone rimedio a potenziali problemi di sicurezza legati a numerosi servizi e applicazioni di sistema tra cui AirPort, ATS, CFNetwork, Finder, Font Book, Font Importer, Installer, OpenSSL, PHP, PPP, Samba, Security Framework, VPN, WebKit, gnuzip e perl.Apple,

Macintosh colorati o camaleonti?
iMac iPhone

Macintosh colorati o camaleonti?

Mentre si riparla di eventuali iBook colorati, qualcuno su Digg ripesca un vecchio brevetto di Apple che forse non tutti ricordano. Scoperto nel 2004 parlava di un computer “camaleonte”, cioè in grado di cambiare colore a seconda delle situazioni o della volontà dell’utente. Come? Ovviamente attraverso tre led (rosso, verde e blu), che diversamente combinati

DivX Web Player: anche per Mac Os
iPhone

DivX Web Player: anche per Mac Os

Ormai siamo sommersi dai player che si integrano all’interno delle pagine web (e c’è chi dice che l’utenza media nemmeno li gradisce), ma fino ad ora il DivX, il piu’ usato (ed abusato) di tutti i formati video non era mai riuscito ad imporsi in questa “sfera”: motivo principale è la necessità di scaricare per