Sparrow mail dice addio a iPhone e Mac

Sparrow è scomparso dall'App Store e anche dal Mac App Store. Apparentemente Google ha deciso di ritirare definitivamente il suo client minimalista di posta elettronica.


Aggiornamento del 19 febbraio 2015, a cura di Ruthven

Il client di posta elettronica Sparrow è scomparso dagli App Store e Mac App Store: è evidente che Google abbia ritirato definitivamente questa sua applicazione, già non più aggiornata da tempo. Sparrow è stato il primo client di posta alternativo completo a passare il vaglio dell'approvazione su App Store.

Sparrow era nei primi anni '10 una delle più popolari app per iPhone: gli utenti erano stati catturati dalla sua semplicità di uso, l'interfaccia pulita e la gestione delle email basata su semplici gesti. In poche parole, Sparrow era quel client email che ne Apple ne Google erano riusciti a creare per iOS, sottolinea la collega Ingrid Lunden di TechCrunch.

Quest'ottima app per Mac e iOS era stata creata in Francia nel 2010. In seguito, Google l'aveva acquistata nel 2012 per 15 milioni di euro e, bene o male, le due versioni dell'app (per Mac e per iOS) erano state aggiornate fino a febbraio 2014 per la versione iOS, adattandola a iOS 7; la versione per OS X si era fermata al mese di ottobre 2012, ad indicare l'intenzione di Google di lasciare morire la app.

I programmi di Google andavano infatti in un'altra direzione, tant'è che il designer di Sparrow ha partecipato alla creazione di Inbox (link diretto - download su invito), l'ultimo client di posta elettronica della casa di Mountain View. Inbox è un client "intelligente" che aiuta l'utente ad organizzare la posta in arrivo e a cercare informazioni nelle email.

Sparrow per Mac è ancora usabile ed è una soluzione di ripiego del tutto valida di fronte ai ricorrenti problemi avuti dalle ultime versioni di OS X con Gmail. L'app per OS X è sempre disponibile al download sul suo vecchio sito (link diretto, 12,1 MB), gli appassionati potranno così scaricarla prima che scompaia del tutto dalla faccia della Terra.

Disponibile Sparrow per iPhone su App Store


Sparrow per iOSScritto da Giacomo Martiradonna - giovedì 15 marzo 2012

L'alternativa minimalista a Mail.app per Mac, Sparrow, fa un salto anche su iPhone con un client che batte per completezza e funzionalità l'omologo di Apple. Disponibile su App Store da subito.

È la prima volta che la Mela permette ad un client di posta alternativo tanto completo di passare il vaglio dell'approvazione su App Store; in passato l'unica che ha osato tanto è stata Gmail di Google, anche se è e resta sostanzialmente una WebApp. Ciò che balza subito all'occhio aprendo Sparrow è l'interfaccia grafica piacevole e intuitiva, ispirata alla metafora dei pannelli di navigazione presenti in Facebook e Twitter. Ma c'è molta sostanza anche sotto al cofano.

Basta scorrere un pannello per visionare le mailbox, le etichette e le cartelle; basta uno scorrimento verso il basso per impostare un'aggiornamento, e con scorciatoie simili si può saltare rapidamente ai messaggi non letti, ai preferiti, o tra i vari messaggi all'interno della medesima conversazione.

In generale, troviamo una valanga di elementi e feature che Apple ha scientemente evitato per ragioni di semplicità. Contatti e messaggi si possono riordinare in base alla priorità; con un paio di tap si può impostare come letti tutti i messaggi presenti in una cartella, e i profili dell'utente sono sempre a portata di mano. Inoltre, e a differenza di Mail che costringe ad accedere alla Rullino fotografico, Sparrow può allegare una foto direttamente senza mai uscire dall'app.

È compatibile con iOS 5.0 e superiori, e supporta gli account mail IMAP come Gmail, iCloud o Yahoo; non è chiaro se il POP3 arriverà mai, ma di certo tra le altre cose i futuri update introdurranno un browser integrato, la modalità landscape e la possibilità di archiviare automaticamente i messaggi non appena sono stati inviati. Sparrow costa 2,39 € ed è disponibile a questa pagina dell'App Store.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: