Gli sviluppatori di Growl rispondono al Centro Notifiche di Mountain Lion

Ora che Mountain Lion è stato presentato, Growl sembra avere i giorni contati. E invece, gli sviluppatori dietro al progetto spiegano perché è ancora presto per parlare di estinzione.


E’ da moltissimo tempo uno dei software più apprezzati e diffusi della nostra piattaforma, eppure Growl – il sistema centralizzato di notifiche per il resto di noi- rischia seriamente l’estinzione a causa dell’inclusione in Mountain Lion d’un Centro di Notifiche sulla falsariga di iOS. Gli sviluppatori però non ci stanno e promettono battaglia.

Lo avevamo elencato tra le app e le tecnologie che diventeranno obsolete col rilascio pubblico di OS X 10.8, in arrivo entro questa estate: assieme ad iChat ed Aggiornamento Software, anche Growl potrebbe diventare un retaggio del passato. Allo stato attuale, infatti, anche la sua versione pluri-accessoriata (disponibile a pagamento su App Store) non apporta nessun vantaggio aggiuntivo rispetto all’implementazione di Cupertino, che invece ha dalla sua il pregio della perfetta integrazione col resto dell’ecosistema Apple. Morte certa per Growl, quindi? Non necessariamente.

Sul blog del progetto, si legge che le funzionalità di notifica di Mountain Lion saranno sì integrate con tutte le altre app di terze parti, ma solo se scaricate dal Mac App Store; tutti i titoli che esulano da questo sistema di distribuzione resteranno quindi tagliati fuori. In quanto presente sull’App Store, dunque, Growl potrebbe fare da ponte tra le app esterne e il sistema di notifica nativo. Inoltre, dispone di feature molto più sofisticate rispetto alla controparte Apple, senza contare che può essere configurato fin nei minimi dettagli.

Insomma su questo versante per ora si respira ottimismo; Growl 1.4 è entrato di recente in stato di beta e lo sviluppo della versione 2.0 procederà come da programma. Tuttavia, sebbene la sua flessibilità possa conferirgli un certo vantaggio nel breve periodo, alla lunga, e con l’inevitabile diffusione del supporto alle notifiche native, le cose potrebbero cambiare in modo drastico. In ogni caso, in bocca al lupo.

Ti potrebbe interessare
iPad Pro 2021 (11″, Wi-Fi + Cellular, 2TB), sconto -9% su Amazon
iPhone

iPad Pro 2021 (11″, Wi-Fi + Cellular, 2TB), sconto -9% su Amazon

L’iPad Pro 11″ di 3ª generazione, Wi-Fi+Cellular da 2TB super carrozzato in colore argento è disponibile a un super prezzo: 2.075€ invece di 2.279€ o a rate a 415€ al mese. Si tratta di uno sconto del 9% rispetto al prezzo di listino.Acquista iPad Pro 11″ di 3ª gen. (11″, Wi-Fi + Cellular, 2TB) a

iPhone in Cina, lo smartphone più venduto del 2021 è Apple
iPhone

iPhone in Cina, lo smartphone più venduto del 2021 è Apple

Per la prima volta negli ultimi 6 anni, iPhone torna ad essere lo smartphone più venduto in Cina di tutto il 2021. Lo rivela un recente report Counterpoint Research.Il mercato degli smartphone nel Paese di Mezzo è tutt’altro che florido, ed è tracollato del 9% su base annuale per il terzo trimestre consecutivo anche nel