WWDC 2015, la conferenza di Apple parte l’8 giugno

I rumors avevano ragione. L’8 giugno Apple darà il via alla tradizionale conferenza dedicata agli sviluppatori iOS e OS X.

Parliamo di


Con un comunicato stampa appena giunto in Redazione, Apple annuncia formalmente l’annuale Worldwide Developers Conference 2015, la 26esima conferenza dedicata agli sviluppatori iOS e OS X. Esattamente come vaticinato dai rumors dei mesi scorsi.

Le novità attese:

Quando, dove e cosa

L’appuntamento è come sempre al Moscone West di San Francisco, dall’8 al 12 giugno.

“L’App Store ha dato vita a un ecosistema di app semplicemente straordinario, rivoluzionando per sempre le vite dei clienti e creando milioni di posti di lavoro nel mondo,” ha dichiarato Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple. “Abbiamo nuove incredibili tecnologie per iOS e OS X da condividere con gli sviluppatori alla WWDC e in ogni parte del globo, e non vediamo l’ora di scoprire la prossima generazione di app che realizzeranno.”

Il programma è ricco, e include tra le altre cose:

  • oltre 100 sessioni tecniche presentate da ingegneri Apple su un ampio ventaglio di argomenti per lo sviluppo, la distribuzione e l’integrazione delle più recenti tecnologie di iOS e OS X;
  • oltre 1000 ingegneri Apple e più di 100 laboratori pratici ed eventi, per offrire agli sviluppatori assistenza a livello di codice, approfondimenti sulle tecniche di sviluppo ottimali e indicazioni su come sfruttare al meglio le tecnologie di iOS e OS X nelle loro app
  • accesso alle più recenti innovazioni, funzioni e capacità di iOS e OS X, e le best practice per ottimizzare funzionalità, prestazioni, qualità e design delle app;
  • l’opportunità di incontrare migliaia di colleghi sviluppatori per iOS e OS X da tutto il mondo (l’anno scorso erano rappresentati più di 60 Paesi);
  • una serie di incontri per i partecipanti, mirati all’approfondimento di argomenti specifici con la presenza di ospiti speciali e attività pratiche;
  • pause pranzo coinvolgenti e stimolanti in compagnia di menti creative e opinion leader dei settori tecnologico, scientifico e dell’intrattenimento;
  • Apple Design Awards, per premiare le app per iPhone, iPad, Apple Watch e Mac che hanno raggiunto livelli ottimali di eccellenza tecnica, innovazione e design straordinario.

Chi desidera partecipare potrà farlo attraverso la pagina ufficiale per l’acquisto dei biglietti, al prezzo di 1.599$. Come al solito, saranno offerte fino a 350 borse di studio per coprire le spese del biglietto, e che saranno offerti agli studenti e e ai membri delle organizzazioni partecipanti che si occupano di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Per maggiori informazioni, è possibile consultare la pagina del WWDC Scholarships.

Ti potrebbe interessare
Le prime recensioni su iPad
iPhone

Le prime recensioni su iPad

Come era lecito aspettarsi, a poche ore dal rilascio ufficiale e dalle prime consegne, c’è stato un vero e proprio boom di recensioni sul Web per iPad. Il video qui sopra è di PC Magazine, ma hanno detto la loro anche Edward C. Baig per USA Today, PC Magazine , Walt Mossberg del Wall Street

iTunes e Palm Pre: l’USB forum dà ragione ad Apple e chiede spiegazioni a Palm
iPhone

iTunes e Palm Pre: l’USB forum dà ragione ad Apple e chiede spiegazioni a Palm

Una bella batosta quella che Palm ha ricevuto nei giorni scorsi dall’USB Implementers Forum, l’associazione che controlla l’utilizzo dello standard USB, per la questione riguardante la mancata sincronizzazione del Palm Pre attraverso iTunes di Apple.Alla Palm Inc., hanno preso così seriamente la mancanza di sincronizzazione con iTunes che lo scorso luglio si sono rivolti all’USB-IF

Non c’è pace per MobileMe
Software Apple

Non c’è pace per MobileMe

Chi sperava che i problemi MobileMe fossero ormai un ricordo rimarrà ancora una volta deluso, visto che il servizio di Apple sembra non essersi ancora lasciato del tutto alle spalle la tempesta.Ripristinato il servizio di posta elettronica (i cui problemi sembra interessassero ben più dell’1% dichiarato), è l’applicazione web a manifestare nuove noie: l’ultima in