iTunes e App Store giù, danni per milioni di dollari

In queste ultime ore, iTunes e App Store non funzionavano. La colpa però è di Apple e i danni ingenti.


È durato la bellezza di 11 ore, il blackout che ha colpito i server Apple. Fino a ieri, alcuni problemi tecnici hanno impedito a milioni di utenti di scaricare aggiornamenti, app, libri e musica. I danni sono ingenti, e la colpa di Apple.

Nella giornata di ieri, App Store, iBooks, iCloud e iTunes non sono stati accessibili per parecchio tempo; in una comunicazione ufficiale, Apple ha individuato l’origine del problema:

Ci scusiamo coi nostri clienti per i problemi che registrano su iTunes e sugli altri servizi questa mattina. La causa è un errore di DNS interno presso Apple. Stiamo lavorando per ripristinare tutti i servizi per tutti i clienti al più presto possibile, e ringraziamo tutti per la pazienza.

L’unico servizio che funzionava era Apple Pay, ma sarebbe stato meglio il contrario, almeno dal punto di vista finanziario. Si stima infatti che durante il tempo in cui è stato offline, l’App Store ci abbia rimesso qualcosa come 10 e più milioni di dollari in vendite sfumate. Un giochetto che è costato uno scivolone in borsa dello 0,70% e che ha generato l’ilarità della Rete.

Ad esempio qualcuno cinguetta al vetriolo:

L’iTunes Store potrà pure essere giù, ma si sono assicurati di farci avere l’icona di Apple Watch sull’iPhone. Questione di priorità.

Altri fanno riferimenti alla durata della batteria di Apple Watch:

Se il blackout dura più di 9 ore, possiamo dire che è stato già “tutto il giorno” giusto?

Altri infine ci scherzano su: “Lasciate che vi presenti questo pezzo d’antiquariato: si chiama RADIO e non ha bisogno di Internet.”

Apple Watch, l’ironia degli utenti sui social network

Ti potrebbe interessare
Apple ottiene il brevetto per le cornici sensibili al tocco
iPad

Apple ottiene il brevetto per le cornici sensibili al tocco

Il Patent and Trademark Office degli Stati Uniti ha approvato un nuovo brevetto proposto da Apple che descrive una tecnologia per il controllo dell’interfaccia utente attraverso l’utilizzo di aree sensibili al tocco presenti nella cornice dei dispositivi portatili.Una delle modalità di utilizzo prevede che le applicazioni visualizzino dinamicamente sullo schermo dei tool tip in corrispondenza

iPhone OS: Apple porterà le mappe ad un livello superiore
Applicazioni iPhone iPhone Software Apple

iPhone OS: Apple porterà le mappe ad un livello superiore

La richiesta di un iPhone Software Engineer da parte di Apple ha confermato ufficialmente l’interesse dell’azienda nell’estensione del framework MapKit, collegato a Compass e tutte le applicazioni che utilizzano la geo-localizzazione, sia su iPhone che su iPod touch:iPhone ha rivoluzionato l’intero mercato mobile cambiando le abitudini degli utenti e vogliamo continuare a farlo. Vogliamo portare

Melablog Gadget: disponibile la versione 1.0
Accessori Apple

Melablog Gadget: disponibile la versione 1.0

Grazie al lavoro di Nicola Giancecchi, Melablog Gadget giunge alla versione 1.0. Per chi non lo conoscesse, ricordo che Melablog Gadget è un gadget che permette di seguire le ultime notizie del mondo Apple provenienti da Melablog, sul proprio computer.L’unico requisito per installare Melablog Gadget è avere Windows Vista con Sidebar attivata. Novità della versione

Woz si confessa
iPhone

Woz si confessa

Steve ‘Woz’ Wozniak da qualche settimana è in tour promozionale in giro per gli States per presentare il suo nuovo libro, iWoz. Tra le tante apparizioni pubbliche, tuaw segnala quella relativa al 16 novembre scorso al Commonwealth Club di Silicon Valley. E’ un po’ lunga (circa un’ora) ma gli amici di tuaw giurano che ne