Al Gore parla di Steve Jobs e del proprio rapporto con Apple

Al Gore parla di Steve Jobs e del proprio rapporto con Apple

AllThingsD ha pubblicato un'interessante intervista fatta poche ore fa ad Al Gore in occasione della conferenza AsiaD di Hong Kong, nella quale l'ex Vicepresidente degli Stati Uniti e membro del consiglio d’amministrazione Apple ha parlato di temi a 360°, entrando anche nel merito del proprio rapporto con l'azienda californiana, di Steve Jobs e della guida della società senza di lui.

Un retroscena che rivela Gore riguarda proprio l'eredità lasciata da Jobs all'interno di Apple, creando un'organizzazione ma soprattutto dando ispirazione alle persone che ne fanno parte, preparandoli nel tempo anche a una sua dipartita attraverso l'analogia con la sua esperienza in Disney:

"Jobs parlava di cosa inizialmente succedesse dopo la morte di Walt Disney, la società aveva sempre problemi nel chiedersi 'cosa farebbe Walt in questa situazione?'. Lui disse molto chiaramente 'Non voglio questo'. Rese chiaro a Tim Cook e tutti gli altri di 'non chiederti cosa Steve avrebbe fatto. Segui la tua voce'."

Al Gore ha poi proseguito, parlando come dicevamo dell'attuale dirigenza e del suo rapporto con Apple. Continua dopo il break.

"Tutti quanti nel gruppo dirigenziale potrebbero essere CEO di un'azienda di livello mondiale. [Il fatto che le società potrebbero cercarli] è naturale. Ma non è cosa nuova. Sono parte del compensation committee e poniamo alta attenzione a questo."

Sul conflitto d'interessi nell'essere consigliere di Google e membro del CdA Apple:

"Dopo che Eric Schmidt lasciò il board Apple per conflitti, ho rinunciato anche io [a Google]. Parlo ancora con Larry e Sergey, ma mai di qualcosa su cui siamo in competizione. Non è realmente un problema, ma non ho così tante conversazioni con loro ora. E mi manca molto. Li conosco da quando avevano 27 anni."

Via | Appleinsider.com

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: