Steve Ballmer: Skype continuerà a supportare Mac OS X e iOS

Skype continuerà a supportare iOS e Mac OS X
Ora che l'acquisto di Skype da parte di Microsoft è effettivo, la strategia della casa di Redmond riguardo al popolare servizio telefonico online influenzerà tutte le piattaforme sulle quali Skype è presente. Steve Ballmer ha di nuovo rassicurato gli utenti, ribadendo che Skype non sarà altro che una nuova divisione all'interno di Microsoft e che continuerà a sviluppare software per tutte le piattaforme, incluse iOS e Mac OS X.

Chi temeva che Microsoft chiudesse Skype al solo uso di Windows si vede tranquillizzato. Limitare Skype sarebbe equivalso per Microsoft a tirarsi la zappa sui piedi: uno dei punti di forza di Skype è proprio il suo essere presente per tutte le piattaforme; perdere questo aspetto significherebbe perdere una parte enorme dei suoi utenti, a vantaggio della concorrenza.

Microsoft acquistò Skype nel maggio 2011 per la cifra di 8,5 miliardi di dollari (6,2 miliardi di euro). Alla testa di Skype è rimasto il CEO Tony Bates, che dipende ormai direttamente da Steve Ballmer. Da allora, Skype si sta espandendo per essere supportato anche da altri servizi quali la Xbox e Windows Phone, oltre ad occupare più spazio nel mercato del software di messaging, con il recente acquisto di GroupMe.

  • shares
  • Mail