iPhone 6, video confronto con tutti gli altri iPhone in un test sui tempi di avvio

Un video mette a confronto tutti gli iPhone mai prodotti, compresi iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Ecco cosa accade.

Parliamo di

L’hanno fatto di nuovo. Hanno raccolto tutti gli iPhone mai prodotti -e parliamo di 10 dispositivi diversi- e li hanno testati in un video confronto globale sui tempi di avvio. Un abisso prestazionale separa il primo dall’ultimo, ma c’è anche qualche sorpresa inaspettata.

Tutti i dispositivi sono stati aggiornati all’ultima versione del firmware disponibile, e non dispongono né di app (oltre quelle necessarie) né di altri contenuti che potrebbero rallentare la prestazioni. Il primo test riguarda i tempi di spegnimento, e a parte una lieve lentezza delle prime quattro generazioni rispetto a tutte le altre, non c’è molto altro da aggiungere: si disattivano quasi tutti contemporaneamente.

Nel test di accensione, invece, il primo ad avviarsi non è il più recente, bensì iPhone 5s, seguito da iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Poi, la scaletta procede così: iPhone 5c, iPhone originale, iPhone 5, iPhone 4S, 3GS, iPhone 3G e a distanza siderale iPhone 4.

Probabilmente vi sembrerà incredibile, ma ci sono tante ragioni che concorrono a questo stato di cose. Innanzitutto, sebbene gli ultimi modelli siano più performanti, dispongono anche di molte più feature, e ciò si traduce in una maggiore quantità di dati da caricare all’avvio; d’altro canto, i modelli più datati hanno molto meno risorse computazionali a cui attingere, e ciò rende il confronto molto sfizioso. Per quanto riguarda l’ultima posizione dell’iPhone 4, invece, forse siamo di fronte alla prove definitiva dell’inadeguatezza dell’hardware: forse, iOS 7 è semplicemente troppo pesante per quel particolare dispositivo, ed ecco perché ne sconsigliavamo l’installazione a suo tempo.

Il video mostra anche i risultati di Geekbench (che è ancora gratis per il Black Friday, quindi affrettatevi a scaricarla) e la prova di caricamento di un sito Web. Buona visione.

Velocità LTE, Video-Confronto tra iPhone 5s e iPhone 6

Ti potrebbe interessare
Touch Ski 3D: si scia in punta di dita su iPhone
iPhone 3G iPod touch

Touch Ski 3D: si scia in punta di dita su iPhone

Se non riuscite a stare un weekend lontani dalla pista, e passate la settimana immaginando temerari salti con lo snowboard o gli sci, Touch Ski 3D è il gioco per iPhone che fa per voi.Ricco di effetti mozzafiato e caratterizzato da una grafica fluida e convincente, questo gioco introduce dei controlli piuttosto originali. Invece di

CoverFlow in RapidWeaver
iPhone

CoverFlow in RapidWeaver

Nuova versione, 0.71, del plugin per RapidWeaver che permette di utilizzare l’effetto CoverFlow di Apple con il noto programma per la creazione di siti web di Realmac Software. Nella nuova versione viene risolto il bug che non permetteva di vedere le immagini nella preview. Le caratteristiche del plugin da ricordare sono: Possibilità di aggiungere e

Mac Mini: che fine ha fatto?
iPhone Mac Mini

Mac Mini: che fine ha fatto?

Nel gennaio del 2005 al MacWorld di San Francisco Mac Mini ci era stato presentato come il più piccolo ed economico Mac della storia. Apple, che fino ad allora non aveva mai prodotto computer al di sotto dei 1000€, si tuffava nel mondo della vendita di massa con un prodotto decisamente economico, funzionale, compatto, e

In Italia le carte musicali iTunes
iPod iTunes Store

In Italia le carte musicali iTunes

Finalmente arrivano in Italia le carte musicali iTunes (aka iTunes Music Card), acquistabili su Apple Store. Le iTunes Music Card sono schede prepagate per iTMS, in tagli da 15 o 25 euro. Non si tratta di schedine virtuali, ma di vere e proprie schede colorate provviste di codice, simili ad una ricarica telefonica. Sicuramente non

Niente KeyNote per l’Apple Expo
Eventi Apple

Niente KeyNote per l’Apple Expo

Apple ha dichiarato che per l’Expo di Parigi non ci sarà un KeyNote d’apertura con Steve Jobs. In ogni caso sia il Ceo di Apple che i suoi collaboratori più stretti saranno presenti all’evento, dedicando anche qualche ora alle domande della stampa. L’anno scorso Jobs non partecipò a questo evento europeo a causa di un’operazione