iPhone 6, video confronto con tutti gli altri iPhone in un test sui tempi di avvio

Un video mette a confronto tutti gli iPhone mai prodotti, compresi iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Ecco cosa accade.

Parliamo di

L’hanno fatto di nuovo. Hanno raccolto tutti gli iPhone mai prodotti -e parliamo di 10 dispositivi diversi- e li hanno testati in un video confronto globale sui tempi di avvio. Un abisso prestazionale separa il primo dall’ultimo, ma c’è anche qualche sorpresa inaspettata.

Tutti i dispositivi sono stati aggiornati all’ultima versione del firmware disponibile, e non dispongono né di app (oltre quelle necessarie) né di altri contenuti che potrebbero rallentare la prestazioni. Il primo test riguarda i tempi di spegnimento, e a parte una lieve lentezza delle prime quattro generazioni rispetto a tutte le altre, non c’è molto altro da aggiungere: si disattivano quasi tutti contemporaneamente.

Nel test di accensione, invece, il primo ad avviarsi non è il più recente, bensì iPhone 5s, seguito da iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Poi, la scaletta procede così: iPhone 5c, iPhone originale, iPhone 5, iPhone 4S, 3GS, iPhone 3G e a distanza siderale iPhone 4.

Probabilmente vi sembrerà incredibile, ma ci sono tante ragioni che concorrono a questo stato di cose. Innanzitutto, sebbene gli ultimi modelli siano più performanti, dispongono anche di molte più feature, e ciò si traduce in una maggiore quantità di dati da caricare all’avvio; d’altro canto, i modelli più datati hanno molto meno risorse computazionali a cui attingere, e ciò rende il confronto molto sfizioso. Per quanto riguarda l’ultima posizione dell’iPhone 4, invece, forse siamo di fronte alla prove definitiva dell’inadeguatezza dell’hardware: forse, iOS 7 è semplicemente troppo pesante per quel particolare dispositivo, ed ecco perché ne sconsigliavamo l’installazione a suo tempo.

Il video mostra anche i risultati di Geekbench (che è ancora gratis per il Black Friday, quindi affrettatevi a scaricarla) e la prova di caricamento di un sito Web. Buona visione.

Velocità LTE, Video-Confronto tra iPhone 5s e iPhone 6

Ti potrebbe interessare
Apple fa causa ad Amazon per violazione del marchio “App Store”
iPhone

Apple fa causa ad Amazon per violazione del marchio “App Store”

Sarà pure generico come sostenuto da Microsoft, ma App Store per Apple è un marchio da salvaguardare nei confronti del suo uso da parte di altre aziende, dal canto loro allineate con la società di Redmond nel ritenere che la possibilità di registrare un titolo così vago sia stato un errore. Succede così che nel

Apple: niente più creator code su Snow Leopard
iPhone

Apple: niente più creator code su Snow Leopard

Probabilmente molti utenti se ne saranno già accorti, molti altri invece no: con Snow Leopard Apple ha deciso di ignorare i cosiddetti creator code, cioè quel meccanismo che consentiva di aprire un determinato file con l’applicazione che lo ha creato invece di quella prevista di default nel sistema. Introdotta furtivamente senza spiegazioni, Apple ha ufficialmente

Chess Wars: bocciata per i balloon della chat
iPhone 3G iPhone 3GS iPod touch

Chess Wars: bocciata per i balloon della chat

Niente da fare, nonostante i pur apprezzabili sforzi, il processo d’approvazione del software su App Store resta una faccenda volubile e talvolta disarmante. Questa volta, la bocciatura è dipesa dalla presenza di balloon patinati (le bolle di iChat, per intenderci) nella chat. Lo sviluppatore di Chess Wars, Joe Stump, ha inviato una nuova versione della

EFI-X USA: un’altra società sfida Apple
iPhone

EFI-X USA: un’altra società sfida Apple

Vi abbiamo già parlato di EFI-X, la chiavetta USB che emula l’EFI di un Mac permettendo l’installazione e l’esecuzione di Mac OS X su un comune pc (con specifiche configurazioni hardware). Adesso è successo quello che era prevedibile: una nuova società statunitense chiamata EFI-X USA ha deciso di iniziare la commercializzazione di computer con una