Steve Jobs e l'intervista prima di tornare in Apple

A distanza di oltre dieci anni dal suo ritorno in Apple, come saprete Steve Jobs si è dimesso poche settimane fa dal proprio ruolo di CEO, per il quale ha ottenuto numerosi riconoscimenti da parte di vari protagonisti dell'industria tecnologica. Dal 1997 al 2011, Jobs è infatti stato in grado di salvare Apple dal baratro portandola progressivamente a diventare uno dei punti di riferimento sul mercato, grazie al lancio di prodotti innovativi come iPod, iPhone e iPad.

Ma cosa pensava Jobs di Apple nel 1996, pochi mesi prima di tornare per l'appunto nella società da lui fondata? Ce lo dice un'intervista trasmessa dalla PBS, nella quale Jobs rispose in questo modo alla domanda "cosa c'è che non va in Apple?":

"Caspita. Sapete che non sono lì da tanto tempo. La mia percezione potrebbe non essere completa. Ma nel modo in cui la vedo, Apple era una società basata sull'innovazione. Quando ho lasciato Apple dieci anni fa, eravamo dieci anni avanti a chiunque altro. Ci sono voluti dieci anni a Microsoft per copiare Windows. Il problema è che Apple è stata ferma. Anche se ha speso miliardi su ricerca e sviluppo, il risultato non c'è stato. Le persone lo hanno colto e la differenza si è consumata, specialmente nei confronti di Microsoft. C'è un modo per uscirne per Apple - credo che Apple abbia ancora un futuro; ci sono alcune persone terribilmente brave all'interno e c'è una grande affezione nei confronti del brand - credo che la via d'uscita non sia fare terra bruciata, ma innovare. È il modo in cui Apple ha ottenuto la sua gloria, ed è come Apple potrà riottenerla"

Il resto, come dicevamo sopra, è storia conosciuta fino ai giorni nostri. Dopo il break la versione completa dell'intervista in un video di 9 minuti.

Via | BGR.com

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: