Facetime su rete 3G con iOS 5


Un recente rumor apparso sulla Rete e non ancora verificato afferma che i principali gestori mobili partner di Cupertino avrebbero ricevuto nelle scorse ore una variante speciale di iOS 5 in cui FaceTime funziona su rete 3G. Ed è infatti su quest'ultima feature che si concentreranno i test delle prossime settimane, sebbene la sua implementazione effettiva dipenderà dalle singole scelte degli operatori.

Una volta, anzi ancora oggi, per utilizzare la videoconferenza di Apple su reti 3G occorreva armarsi di jailbreak e sbloccare il proprio telefono con procedure ad hoc. Con iOS 5, a quanto pare, sarà invece la norma e direttamente out-of-the-box, senza artifici e barbatrucchi sofware. Per questa ragione, ai carrier è stata fornita una build di iOS nettamente differente dalla beta 7 attualmente in circolazione tra gli sviluppatori.

Con l'occasione, Apple ha richiesto formalmente di concentrarsi su questi aspetti e in generale tutti quelli relativi ai servizi avanzati, come ad esempio il tethering. E anche in questo caso, sarà consentita ampia discrezionalità ai gestori, il che significa in altre parole che FaceTime 3G potrebbe non essere disponibile per tutti o -peggio- potrebbe essere offerto con un'opzione tariffaria ad hoc come già visto in tempi recenti.

La scelta di condividere parte del beta testing è saggia e dimostra la volontà di Cupertino di ridurre al minimo i problemi che hanno funestato la storia di iPhone, scaturiti per lo più dall'inadeguatezza dei network mobili, spesso incapaci di supportare a dovere l'enorme afflusso di dati mossi dai dispositivi iOS.

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: