iPad Air 2: confermati processore Apple A8X, 2GB RAM e modello base da 16GB

Le immagini dei componenti del prossimo iPad Air 2 rivelano la presenza di tasto home con Touch ID e nuovo processore Apple A8X. Conferma per il salto a 2GB di RAM.

Parliamo di



Aggiornamento del martedì 14 ottobre 2014, a cura di Ruthven.

AGGIORNAMENTO: iPad Air 2 e iPad mini 3 finalmente disponibili!

All’Evento Apple del 16 ottobre, sono stati finalmente presentati le nuove generazioni di iPad.

iPad Air 2: confermati processore Apple A8X, 2GB RAM e modello base da 16GB

Precedenti immagini trapelate sul web hanno rivelato che il prossimo iPad Air 2 monterà un processore Apple A8X, elaborato specialmente per la piattaforma iPad. Dubbi rimanevano sulla RAM, anche se si pensava che l’iPad Air 2 monterebbe 2GB.

Ebbene, nuove rivelazioni e nuove immagini più nitide della scheda madre sembrano confermare la presenza di 2GB di RAM sul dispositivo. Dall’immagine si vede il chip della memoria alla sinistra del processore A8X. Ingrandendo l’immagine e migliorandone il contrasto, distinguiamo i numeri scritti sopra; se il primo è illeggibile, il secondo è quello indicativo per determinare la memoria del chip: un “8” indicherebbe 1GB di RAM, mentre una “A” indicherebbe 2GB. Data la scarsa qualità della foto, non ci mettiamo la mano sul fuoco, ma la nostra ricostruzione sembra indicare che si tratta effettivamente di una “A”, come conviene anche www.apple.club.tw, il sito taiwanese che per prima ha pubblicato queste nuove foto e Juli Clover di MacRumors.

iPad Air 2, scheda madre cone A8X e dettaglio del chip da 2GB RAM

Si è suggerito quindi che Apple punta ora sul raddoppio della memoria per la seconda generazione di iPad Air per supportare lo split-screen multitasking, ovvero la possibilità di far girare due applicazioni contemporaneamente sullo schermo dell’iPad. Questa funzionalità ha bisogno però di memoria RAM per garantire la necessaria fluidità del sistema operativo, da cui l’aumento della RAM sul dispositivo.

Apple ha montato 1GB di RAM su parecchie generazioni di dispositivi mobili, fra cui anche l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus. L’apparire di 2GB di RAM sull’iPad Air 2 starebbe ad indicare un balzo di funzionalità, legate anche al processore A8X.

Infine, la presenza di un modulo flash Hynix da 16GB (denotato “TDG” sul chip) starebbe ad indicare che la seconda generazione di iPad Air offrirebbe, come la precedente, una soluzione low-end con 16GB di memoria.

Guarda la galleria: iPad Air 2, A8X e RAM 2GB

iPad Air 2 con processore Apple A8X

iPad Air 2 con processore Apple A8X

Guarda la galleria: iPad Air 2 con processore Apple A8X

In rete sono trapelate le immagini dei componenti del prossimo iPad Air 2 che verrà presentato da Apple giovedì prossimo in un apposito evento.

Le immagini ritraggono la scheda madre, il connettore del tasto home con il sensore del Touch ID, il vetro frontale ed il connettore dei controlli del volume.

Se l’arrivo del Touch ID sul nuovo iPad Air era pressoché scontato, le sorprese arrivano dall’attenta osservazione della scheda madre, che rispetto a quella della precedente generazione ospita direttamente lo slot per la micro SIM, ma sopratutto ospita un inedito processore.

Ingrandendo l’immagine della scheda madre infatti è stato notato che il processore non è l’atteso A8 dell’iPhone 6, ma il nuovo Apple A8X, creato appositamente per i nuovi iPad.

Non è la prima volta che Apple realizza un processore ad hoc per iPad, il processore Apple A5X dell’iPad Retina ed il processore A6X montato sull’iPad Retina di quarta generazione differivano dai processori Apple A5 e Apple A6, montati rispettivamente sull’iPhone 4s e sull’iPhone 5, per il numero di core grafici, ma anche per il fatto di non disporre di RAM integrata nel chip, ma montata separatamente sulla scheda madre.

La tradizione è stata interrotto con il primo iPad Air, che monta lo stesso identico processore Apple A7 dell’iPhone 5s, il primo processore ARM a 64 bit installato su uno smartphone e su un tablet, l’unica differenza è la frequenza di clock superiore utilizzata nell’iPad Air.

Il processore A8X potrebbe quindi differenziarsi dal processore A8 dell’iPhone 6, per il numero di core, ma sopratutto per la presenza di una quantità di RAM superiore, montata sulla scheda madre.

Secondo alcune indiscrezioni infatti il nuovo iPad Air 2 potrebbe essere dotato di 2 GB di RAM per supportare l’utilizzo contemporaneo di due app affiancate, il cosiddetto Split-Screen Multitasking.

Ti potrebbe interessare
Apple Event iPhone OS 4.0: che lo show abbia inizio!
iPhone

Apple Event iPhone OS 4.0: che lo show abbia inizio!

Tra pochi minuti l’Apple Event dedicato ad iPhone OS 4.0 comincerà e con esso il keynote nel quale verranno presentate le funzioni implementate nella futura versione del firmware di iPhone, iPod touch e iPad.Noi abbiamo provato ad indovinarne qualcuna, ma soltanto tra pochi istanti si avrà la certezza assoluta di quali diverranno realtà e quali,

Mac OS X 10.6.3: le prime beta agli sviluppatori in settimana
iPhone

Mac OS X 10.6.3: le prime beta agli sviluppatori in settimana

Le indiscrezioni raccolte da AppleInsider sembrano confermare che, nelle prossime 48 ore, Apple comincerà ad inviare agli sviluppatori le prime beta di Mac OS X 10.6.3. Non esistono ovviamente date certe di rilascio, ma l’attesa potrebbe non essere eccessivamente lunga.La consegna delle prossime build dell’aggiornamento (nome in codice che inizia con 10Dxx, visto che il

Iniziare a programmare in Objective-C
iPhone

Iniziare a programmare in Objective-C

Con l’annuncio da parte di Apple di App Store, importantissima vetrina che ha permesso a tantissimi sviluppatori o aspiranti tale di farsi conoscere e guadagnare somme anche piuttosto elevante in brevissimo tempo, è venuta a molti la voglia di cimentarsi con la creazione di applicazioni per iPhone.Le applicazioni per iPhone si basano sul framework Cocoa

L’ex premier svedese: il mio Mac? Un nuovo mondo
iPhone

L’ex premier svedese: il mio Mac? Un nuovo mondo

Sono molte le persone che in questo periodo hanno effettuato il fatidico switch e sono passate a Mac lasciandosi dietro una più o meno “traumatica” esperienza con Windows. Tra esse spicca l’ex primo ministro svedese e attuale ministro degli esteri Carl Bildt che ha deciso di fare il grande salto dopo un lungo periodo di

Apple va oltre il multi-touch
iPhone

Apple va oltre il multi-touch

Nuovo brevetto in casa Apple: si intitola Multitouch data fusion ed illustra l’uso innovativo di altre modalità di input, congiuntamente al multi-touch, per fornire un’esperienza d’uso migliore e più produttiva. Tecnologia e ingegno segnano la strada intrapresa da Cupertino e confermano l’impegno nella ricerca sulle interfacce utente.Il brevetto illustra con degli esempi come si potrebbe

goPod: alza il volume di iPod, Nano compreso
iPod Software Apple

goPod: alza il volume di iPod, Nano compreso

Alcuni di voi ci hanno chiesto quando GoPod avrebbe supportato iPod Nano. Ecco allora una buona notizia: è finalmente disponibile goPod 1.3, ora compatibile anche con il Nano. Per chi non lo sapesse, goPod è un software in grado di alzare il livello di volume massimo raggiungibile dal vostro iPod. Gli iPod venduti in Europa,