Kickstarter Apple della settimana: Whistl, il case per iPhone che protegge dai malintenzionati

Whistl comprende anche un allarme con LED e sirena, per difenderci dai malintenzionati con il nostro iPhone.

Whistl, il case per iPhone che protegge dai malintenzionati

Di case per iPhone ne esistono di tutti i tipi, ma uno come Whistl ancora dovevamo vederlo in giro. Si tratta infatti di molto più che una semplice cover per abbellire o proteggere il nostro smartphone, ma di un vero e proprio strumento per proteggersi dai malintenzionati.

Il progetto arriva anche in questo caso da Kickstarter, dove Whistl ha attualmente raccolto oltre 27.000 dollari a fronte dei 70.000 richiesti perché la campagna di crowdfunding abbia successo: i giorni a disposizione sono comunque ancora tanti, visto che la raccolta finirà il 4 novembre 2014.

Whistl, il case per iPhone che protegge dai malintenzionati

Accompagnato da un'immancabile app per iOS, Whistl è attualmente disegnato per funzionare con iPhone 5, iPhone 5s e iPhone 6, mentre iPhone 6 Plus potrebbe rientrare negli stretch goal: il dispositivo prevede tre diverse modalità, che comprendono la possibilità d'inviare un messaggio automatico ai propri contatti in caso di emergenza, insieme alla propria posizione GPS. La stessa app si occuperebbe poi di chiederci dopo cinque minuti se va tutto bene, collegandosi in caso negativo alle forze dell'ordine ed emettendo un doppio sistema d'allarme con LED e sirena a 120dB.

Per il momento, l'uscita di Whistl prevista per il mese di luglio 2015 è solo destinata agli Stati Uniti, ma è facile immaginare in caso di successo un suo arrivo anche dalle nostre parti.

Whistl: il video di presentazione


  • shares
  • Mail