Apple estende la verifica in due passaggi ad iCloud.com

Dopo lo scandalo che ha portato al furto delle foto delle celebrità, era inevitabile che la mela corresse ai ripari. E infatti, puntuale come un Apple Watch svizzero, la verifica in due passaggi è stata estesa anche agli accessi ad iCloud.com.


Dopo il caos emerso con le foto pruriginose rubate alle celebrità attraverso iCloud, era inevitabile che Apple iniziasse a lavorare dietro le quinte per estendere la verifica a due passaggi anche ai servizi online. Anzi, c’è da scommettere che presto sarà necessario immettere un codice anche per ripristinare da un backup. La novità è già attiva da stamane.

La verifica in due passaggi consiste in uno strato di sicurezza aggiuntiva che si somma alla semplice immissione della password relativa al proprio account Apple. Dopo aver effettuato il login come al solito, infatti, il sistema blocca Mail, Contatti, Calendari, Promemoria, Note, nonché i documenti Pages, Numbers e Keynote fino a che non si effettua il riconoscimento col codice inviato ad un dispositivo sicuro. L’unica Web App disponibile è Trova il mio iPhone.

Ma c’è un’altra novità degna di nota; d’ora in avanti, Cupertino offre password specifiche per le app di terze parti che accedono ad iCloud, e questo diverrà un requisito fondamentale del servizio a partire dal 1 ottobre 2014:

Se utilizzi iCloud con app di terze parti, come Microsoft Outlook, Mozilla Thunderbird o BusyCal, ora puoi utilizzare le password specifiche per le applicazioni per accedere in tutta sicurezza anche se l’app in uso non supporta la verifica in due passaggi.
Per creare una password specifica per l’applicazione:

  • accedi a Il mio ID Apple (https://appleid.apple.com)
  • vai su Password e sicurezza
  • clicca su Genera una password specifica per l’app

Come specificato chiaramente nella documentazione di supporto (che vi invitiamo caldamente a leggere), le password specifiche per le applicazioni vengono generate accedendo alla pagina del Mio Apple ID nella sezione Password e Sicurezza. Lì, ogni utente può conservare fino a un massimo di 25 password specifiche per volta ma solo se avete giò attivato la verifica in due passaggi, e comunque si riceve una mail ogni volta che la si utilizza; anzi, se si modifica la password primaria di un Apple ID, vengono resettate in automatico anche le password specifiche.

Il nostro consiglio è di attivare al più presto la verifica in due passaggi, se non lo avete ancora fatto. Vi spieghiamo tutto nel link che segue.

Scopri come attivare la verifica in due passaggi con la guida passo-passo (con Gallery) di Downlodablog

Ti potrebbe interessare
La batteria ad alta capacità del nuovo iPhone 5
iPhone 5

La batteria ad alta capacità del nuovo iPhone 5

Giorno dopo giorno scopriamo nuove caratteristiche del prossimo iPhone 5, grazie alle immagini dei componenti che vengono pubblicate in rete, ed ormai si fa prima a dire cosa ancora non sappiamo del prossimo smartphone della Mela rispetto a quello che già conosciamo. Dal punto di vista hardware mancano solo le caratteristiche tecniche del processore e

Bluetooth su iPod Touch 2G
iPod touch

Bluetooth su iPod Touch 2G

iFixit, il gruppo specializzato nella vendita di componenti di ricambio per i prodotti Apple, ha fatto una scoperta estremamente curiosa. Dissezionando il nuovo iPod Touch 2G, i tecnici hanno rinvenuto all’interno il chip Broadcom BCM4325 Bluetooth 2.1+EDR.La scoperta non lascia spazio alle interpretazioni: l’iPod Touch 2G è, da un punto di vista hardware, capace di

Disegnare un logo per vincere MacBook Pro
iPhone

Disegnare un logo per vincere MacBook Pro

Amate la comunicazione e volete un bel MacBook Pro per organizzare i vostri progetti grafici? Allora questo è il concorso che fa per voi! Una nuova azienda basata sull’Open Source, SourceSense, sta cercando una mente originale in grado di realizzare il suo logo. Possono partecipare tutti, designer esperti e non, basta inviare il lavoro entro