WWDC 2011: Disponibilità e prezzi iCloud e iTunes Match

iCloud sarà disponibile in autunno e sarà gratis, verrà direttamente integrato nei dispositivi equipaggiati con iOS 5, ma sarà disponibile anche in una versione beta del firmware 4.3, disponibile per gli sviluppatori da oggi. La casella di posta di iCloud offrirà 5 GB di spazio dati, ma le foto, i documenti ed i brani musicali

Parliamo di


iCloud sarà disponibile in autunno e sarà gratis, verrà direttamente integrato nei dispositivi equipaggiati con iOS 5, ma sarà disponibile anche in una versione beta del firmware 4.3, disponibile per gli sviluppatori da oggi.

La casella di posta di iCloud offrirà 5 GB di spazio dati, ma le foto, i documenti ed i brani musicali non intaccheranno questa quota.

iTunes Match è invece il servizio che permette di usufruire delle stesse funzionalità musicali di iCloud anche per i brani che gli utenti possiedono nella propria libreria di iTunes, ma che non hanno acquistato sull’iTunes Store.

Questo funzionalità permette di individuare i brani presenti nella libreria di iTunes e replicarli automaticamente su tutti i propri dispositivi attingendo ai file presenti nel vasto catalogo di 18 milioni di brani dell’iTunes Store. Diversamente dall’offerta cloud di Amazon e Google quindi l’utente non deve preoccuparsi di effettuare numerosi e lenti upload manuali, per vedere replicato automaticamente tutto il proprio archivio musicale su ogni dispositivo.

iTunes Match ha un prezzo di 24.99 $ all’anno indipendentemente dal numero di brani presenti nella libreria, un prezzo assolutamente concorrenziale rispetto al Cloud Drive di Amazon.

Ti potrebbe interessare
Switch sopra le aspettative: più di 1 milione di utenti nel 2005
iPhone

Switch sopra le aspettative: più di 1 milione di utenti nel 2005

Lo scorso mese di luglio abbiamo parlato di un’importante analisi di Needham & Co., secondo la quale a partire da gennaio 400mila utenti avrebbero fatto switch da Windows a Mac. La stima era quindi di 500mila nuovi utenti Mac guadagnati nell’anno intero. Un dato già di per sé eclatante, ma ora Needham & Co fa