Ingress: la guerra da realtà aumentata di Google arriva su iOS

Un universo sci-fi in cui si gioca grazie alla realtà aumentata: Ingress arriva su iOS.

Se la guerra di Ingress giocata dai vostri amici con sistema Android aveva scatenato la vostra invidia verso la piattaforma di Google, sappiate che l’azienda di Mountain View ha pubblicato finalmente l’applicazione anche per iOS, permettendo quindi anche agli utenti del mondo Apple di prendere parte.

A beneficio di chi non dovesse sapere di cosa stiamo parlando, ricordiamo che Ingress cala i giocatori in un mondo sci-fi, all’interno del quale l’umanità è divisa tra due fazioni con tanto di immancabili forze aliene in ballo. Le meccaniche di gioco si basano fondamentalmente sulla realtà aumentata, esplorando luoghi realmente esistenti nel mondo tramite le funzionalità di geolocalizzazione del proprio smartphone.

Leggi: Calcio reale e virtuale con un’app venuta dal Brasile

La versione iOS di Ingress, disponibile per iPhone e iPad, supporta il gioco cross-platform, per cui chi inizia a giocare sulle piattaforme Apple può interagire con la comunità Android già esistente. Ingress può essere scaricato gratuitamente tramite il solito iTunes, a patto di avere almeno 43,7 MB liberi sul proprio dispositivo.

Il numero di download di Ingress su Android ha superato quota 4 milioni: i giocatori sono quindi numerosi, e organizzano spesso ritrovi ed eventi reali a cui è possibile prendere parte di persona. In passato, il team di sviluppo Niantic Labs ha anticipato che Ingress sarà solo l’inizio delle esperienze che ci riserverà il futuro.

Leggi: Il lancio di Ingress per Android, da Downloadblog

Via | Theverge.com

Ti potrebbe interessare
L’icona del Finder è ispirata ad un quadro di Picasso?
iPhone

L’icona del Finder è ispirata ad un quadro di Picasso?

Un utente Mac italiano, Cattani Simone, ha individuato una sospetta somiglianza tra il volto di un personaggio in un quadro di Picasso (Two Characters, 1934) e l’icona del Finder che tutti conosciamo.In effetti la somiglianza è più che netta. Considerando la spiccata vena artistica dell’allora team di lavoro di Apple, quella dell’ispirazione non è una

Apple mette fine agli squatter su Mac App Store
iPhone

Apple mette fine agli squatter su Mac App Store

A inizio mese, numerosi sviluppatori avevano visto il nome della propria applicazione già riservato su Mac App Store. Ovviamente questo non aveva bloccato il processo di invio del proprio software al nuovo store online di Apple, però avevano dovuto cambiare nome; procedura antipatica perché meno facilmente riconoscibili dall’utenza, sopratutto se l’app era già installata e

Steve Jobs e la pornografia: “Quelli che vogliono del porno, possono pure comprare un Android”
App Store Applicazioni iPhone

Steve Jobs e la pornografia: “Quelli che vogliono del porno, possono pure comprare un Android”

Un’altra mail a Steve Jobs e un’altra risposta graffiante. L’argomento torna ad essere la pornografia, dopo la polemica che seguì l’esclusione delle app “a luci rosse” nel giugno 2009. Mattew Browning, un utente preoccupato dalla svolta moralista di Apple, ha semplicemente scritto al direttore generale, chiedendogli spiegazioni. Jobs affonda il colpo e ribadisce quanto detto

Apple richiede ad una scuola di modificare il suo logo
iPhone

Apple richiede ad una scuola di modificare il suo logo

Le grandi aziende tendono ad essere estremamente protettive quando si tratta dei propri marchi, ed Apple non è certamente da meno nel proteggere la sua mela. L’azienda di Cupertino ha richiesto alla Victoria School of Business and Technology di smettere di utilizzare il suo logo blu e verde con la forma di una mela.L’argomentazione di

Apple ipotizza un iPhone “Dual-Side”
iPhone

Apple ipotizza un iPhone “Dual-Side”

Apple ha presentato un nuovo brevetto contenente una bozza descrittiva di un interessante tipo di display. Nella bozza si legge, in maniera molto generica, la possibilità di realizzare un display sensibile al tocco a doppia faccia in grado di accettare comandi e movenze al pari di quello montato nell’attuale iPhone. Continuando nella descrizione, il brevetto

Seminario gratuito su iLife a Bologna
iPhone

Seminario gratuito su iLife a Bologna

Scopro su Tevac una notizia che potrà interessare i fortunati abitanti di Bologna. Lì, infatti, si terrà un seminario gratuito sulla suite iLife. L’appuntamento è per mercoledì 7 dicembre alle 15:30 all’Istituto Salesiano di via Jacopo della Quercia 1. L’evento è organizzato da Serdata. Buon divertimento…