Il capo di Android risponde a Tim Cook: Apple è presuntuosa, noi democratici

Il responsabile dello sviluppo di Android, Sundar Pichai, ha risposto per le rime a Tim Cook. Apple, ha spiegato, ha un approccio dogmatico mentre Google è aperta alla coralità delle voci.

Sundar-Contro-TimCook

Sul palco del Moscone Center, durante il WWDC 2014, Tim Cook aveva mostrato una frase di Adrian Kinglsly-Hughes di ZDNet, secondo cui Android è una "accozzaglia tossica di vulnerabilità." Una citazione che non è andata giù all'attuale responsabile dello sviluppo di Android, Sundar Pichai, che ha risposto per le rime, più o meno. Android, ha dichiarato, è molto sicuro ma paga pegno per essere l'OS più diffuso.

In un'intervista a Bloomberg di poche ore fa, Pichai ha affermato che i ritmi di adozione di Android sono i più rapidi di qualunque Sistema Operativo mobile. Poi, nel tentativo di denigrare iOS, gli ha fatto un complimenti inatteso, paragonandolo addirittura ad una Mercedes Benz di punta. L'OS di Google, invece, corrisponderebbe ad una più modesta utilitaria:

"Quando produci una Mercedes da 100.000$ [come Apple, n.d.A.], devi andarci cauto; non puoi guardare al resto dell'industria automobilistica e fare commenti. [...] Noi serviamo l'intera ampiezza del mercato, comprendendo tutti i form factor disponibili e a livello mondiale."

Molte delle novità di iOS 8 tipo Widget e tastiere di terze parti, ha aggiunto, sono già nativamente presenti su Android da molto tempo, e visto che Google rilascia una nuova versione dell'OS mobile ogni 6 mesi, la loro piattaforma "evolve più rapidamente di qualunque altra, e fornisce uno strato software affidabile per gli sviluppatori."

Leggi anche: iOS 8 sempre più aperto, Android rischia di perdere il primato (e utenti)

Per Pichai, Apple resta un temibile concorrente che tuttavia persegue i suoi scopi con metodi totalmente differenti, come una sorta di governo despotico:

"Credo che Apple stia costruendo un prodotto molto valido e integrato verticalmente, il che li aiuta certamente ad accelerare le cose. Penso a questo stato di cose come a due tipi di versi di governo [...]. Alcune forme di governo saranno capaci di ottenere risultati rapidamente perché sono presuntuose nell'ottenere i propri obiettivi. Poi ci sono forme di democrazie più chiassose, cacofoniche e rumorose, che però si rivelano migliori nel lungo termine. Sono due visione del mondo completamente differenti."

Riguardo la presenza massiccia dei malware sulla propria piattaforma, Pichai ha liquidato la faccenda riducendola ad una questione di diffusione nel mercato:

"Android è progettato dalle fondamenta per essere molto, molto sicuro [...]. La storia mostra che di solito il malware si annida nei Sistemi Operativi più popolari."

Il riferimento è ai preoccupanti dati pubblicati da qualche anno a questa parte, secondo cui la maggior parte dei malware in circolazione sono progettati per Android. In particolare, nel 2012 il Dipartimento di Giustizia USA registrava una presenza diminacce per Android pari al 79% sul totale, contro o 0,7% di iOS; un report più recente di Juniper Networks, tuttavia, attribuisce all'OS di Google il 92% delle minacce mobili in circolazione. Non proprio un bel primato.

Leggi su Mobileblog: Malware per Google Android, i problemi continuano a crescere

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: