Broken Age disponibile per iPad

L’avventura grafica Broken Age può essere scaricata da App Store al prezzo di 8,99 euro.

Se amate le avventure grafiche e possedete un iPad, è letteralmente impossibile perdervi Broken Age, ultima fatica di Double Fine. Per chi non dovesse sapere di cosa stiamo parlando, si tratta del gioco che ha letteralmente sbancato Kickstarter mesi e mesi fa, arrivando poi a inizio 2014 su PC, creato dalla mente di Tim Schafer, autore di tantissime avventure grafiche appartenenti ormai ai classici del videogioco.

Il gioco può naturalmente essere scaricato da iTunes, al prezzo di 8,99 euro, per un totale di circa 1 GB di download. I requisiti hardware e software parlano invece di Richiede iOS 5.0 o successivo, installato su iPad 2, iPad 3a generazione, iPad 4a generazione, iPad mini Wi-Fi, iPad mini Retina e iPad Air.

Broken Age per iPad
Guarda la galleria: Broken Age per iPad

La versione di Broken Age scaricabile da App Store contiene il solo primo atto del gioco: il secondo sarà infatti pubblicato in futuro, anche sulle altre piattaforme dove il gioco è già stato pubblicato. Nel caso del PC, al prezzo di 22,99 euro è stato possibile acquistare automaticamente l’accesso all’Act 2 quando questo verrà messo a disposizione.

Come dicevamo, Broken Age è stato finanziato su Kickstarter, raccogliendo 3,45 milioni di dollari da parte di 87.000 e passa backer. Tale quantitativo di moneta ha permesso a Double Fine di sviluppare il gioco per PC, Mac, Linux, OUYA, iOS e Android.

Ti potrebbe interessare
Brevetti: Apple infila un giroscopio nel Magic Mouse
Accessori Apple

Brevetti: Apple infila un giroscopio nel Magic Mouse

Lo US Patent & Trademark Office ha pubblicato un brevetto depositato da Apple che descrive un Magic Mouse agli steroidi, dotato di tre nuovi sensori interni ed un giroscopio in grado di percepire il movimento lungi i tre assi.Ciò significa che un mouse così concepito può interpretare correttamente rotazioni, inclinazioni e spostamenti improvvisi. In altre

Arriva doubleTwist, ma non spaventa più Cupertino
iPhone

Arriva doubleTwist, ma non spaventa più Cupertino

Ricordate quel “mattacchione” di DVD-Jon? Era da un po’ che non faceva parlare di sé, precisamente da circa un anno, da quando aveva annunciato l’avvio del progetto doubleTwist, software che si proponeva di liberare gli utenti dai vincoli imposti dal sistema di protezione FairPlay dei file multimediali acquistati con iTunes.Da allora di acqua sotto i

Microsoft ora vuole somigliare ad Apple
iPhone

Microsoft ora vuole somigliare ad Apple

Il CEO di Microsoft, Steve Ballmer, ammira i risultati ottenuti da Apple e decide di volerla emulare un po’: al via dunque uno storico e radicale cambio di rotta nei rapporti coi produttori di hardware, nella speranza di eguagliare il successo dell’avversaria. Apple, dice, è un pericolo per Microsoft.In una mail inviata Mercoledì agli impiegati