iPhone sotto zero: I finlandesi vogliono il rimborso


L'Italia in questi giorni è stretta nella morsa del freddo, ma in Finlandia tanta neve e temperature sotto zero sono la norma nel periodo invernale.

L'associazione dei consumatori finlandesi ha pensato quindi di promuovere una class action per ottenere il rimborso degli iPhone acquistati, perché troppo spesso non funzionano a queste temperature. La materia del contendere sono le informazioni date ai clienti dai rivenditori che non dichiarano esplicitamente i limiti dell'iPhone. Apple infatti si tutela specificando ufficialmente una temperatura operativa da 0 a 35 °C ed una temperatura non operativa da -20 a 45 °C.

Per contro molti utenti riescono ad utilizzare l'iPhone anche a temperature sotto zero ed addirittura c'è chi ha ritrovato il proprio iPhone smarrito ancora acceso e funzionante ricoperto nella notte da una coltre di 15 cm di neve.

Semmai il problema è l'utilizzo del touchscreen a temperature così rigide. Per non congelarsi le dita è probabile che l'utente debba ricorrere a dei guanti, ma com'è noto per utilizzare il touchscreen capacitivo occorrono appositi guanti in tessuto conduttivo.

In realtà temperature così rigide si verificano in tutti i paesi del nord, ma qualcuno fa malignamente notare che Nokia è il maggior contribuente della Finlandia. Insomma, come diceva Andreotti, a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina.

[via 9to5mac]

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: