Pwn2Own, Safari violato ma OS X è “più sicuro di molti altri OS”

Al consueto raduno di esperti di informatica e sicurezza Pwn2Own, Safari è stato nuovamente violato. Nuova patch in arrivo.


Al Pwn2Own 2014, l’ultima edizione del concorso degli hacker, alcuni ricercatori cinesi sono riusciti a bucare tutti i principali browser in circolazione, ivi compresi Internet Explorer, Chrome, Firefox e purtroppo Safari. La buona notizia, però, è che nel complesso OS X è solido come roccia.

Stavolta, rivela il ThreatPost, il browser di Cupertino è stato abbattuto nella seconda giornata del concorso da un gruppo di ricercatori cinesi esperti in vulnerabilità software, chiamato Keen. Il team si è concentrato su un paio di falle in WebKit che hanno consentito loro di eludere la sandbox di sistema ed eseguire del codice malevolo da remoto. E se Safari è caduto in tempi brevi, OS X si è rivelato invece un osso davvero duro:

“Di solito Apple si riferisce all’OS come ad un’architettura molto sicura e dotata di una sicurezza piuttosto robusta” ha affermato il membro del team Keen Liang Chen. Anche se abbiamo individuato una vulnerabilità, è stato molto difficile sfruttarla. Oggi abbiamo dimostrato che, con alcune tecnologie avanzate, il sistema si può violare. Ma in generale, la sicurezza di OS X è superiore a quella di altri Sistemi Operativi.”

E non è un caso che al Pwn2Own di quest’anno fosse presente una delegazione da Cupertino che si è interessata alle vulnerabilità scoperte così da poter rilasciare al più presto un patch di sicurezza. D’altro canto, è interesse nostro e di Apple stessa, considerando che non è neppure la prima volta che Safari viene violato. Nel 2011, per dire, un MacBook è caduto dopo un assedio durato nemmeno 5 secondi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Ti potrebbe interessare
Steve Jobs: YouTube è un’alternativa al Blu-ray
Software Apple

Steve Jobs: YouTube è un’alternativa al Blu-ray

Il CEO di Apple, Steve Jobs, questa settimana ha risposto ad una email di un utente che l’ha interrogato circa l’adozione del Blu-Ray sui computer Mac. La risposta è stata lapidaria come al solito: “YouTube adesso supporta i video HD”.Google in questi mesi ha abilitato YouTube al pieno supporto dei video in qualità 1080p così

Il market share di OS X sale al 7,48%
iPhone

Il market share di OS X sale al 7,48%

Net Applications ha pubblicato le cifre in soldoni della diffusione dei vari sistemi operativi aggiornata a Marzo 2008 e sottolinea che, seppur più lentamente rispetto ai mesi precedenti, Mac OS X continua a crescere e raggiunge quasi il 7,5% del mercato.Se a questo aggiungiamo che iPhone taglia il traguardo dello 0,15% di market share, si

Ars Technica ritratta la bocciatura di Aperture
iPhone

Ars Technica ritratta la bocciatura di Aperture

Dopo aver affossato la prima versione di Aperture, con una recensione negativa ormai ben conosciuta, Dave Girard di Ars Technica ritorna sui suoi passi e ritratta (quasi) tutte le sue critiche. Non a caso, ma perché secondo il recensione l’aggiornamento 1.1 ha realmente migliorato e solidificato il software, facendo passi da gigante nella gestione ad

Prezzi già variabili su iTMS inglese
iPhone

Prezzi già variabili su iTMS inglese

Pochi giorni fa abbiamo dato la notizia di una possibile introduzione di prezzi variabili per brani e album su iTunes Music Store. Anche se Apple ha cercato di negare la voce, pare invece che ci siano già esperimenti simili in corso.The Apple Blog riferisce che sul music store inglese sabato sera è comparso un album

Leggi le cosmos di Technorati da NetNewsWire
iPhone

Leggi le cosmos di Technorati da NetNewsWire

Per chi ci segue costantemente, sa che NetNewsWire è il mio aggregatore preferito, la versione 2.0 beta, quella che uso, è fantastica!Per i cultori di questo software, Niall Kennedy ha scritto un AppleScript che permette al vostro aggregatore preferito di collegarsi a Technorati, scaricare la lista di CHI LINKA COSA, e mostrarvelo come fosse un