Apple, alleanza con Alibaba per uno store online alternativo

In Cina Apple sta adottando politiche mai viste altrove. Per esempio, ora si è alleata con il colosso dell'e-commerce locale per aprire uno store online alternativo.

appletmall

Contrariamente a quanto fa nel resto del mondo, in Cina Apple ha deciso di allearsi col noto portale di e-commerce Alibaba per aprire una vetrina ufficiale sul suo marketplace online, chiamato Tmall. Lo trovate su questa pagina Web.

I particolari, ovviamente e come al solito, languono, ma quel poco che si sa l'ha pubblicato il Wall Street Journal:

Un portavoce Alibaba ha confermato che la pagina di Tmall è effettivamente di Apple e che ha aperto i battenti di recente, ma ha declinato ogni ulteriore commento. Sul fronte di Apple, invece, nessun portavoce era immediatamente disponibile per rilasciare commenti.

Tmall è uno dei due principali siti creati da Alibaba, molto famoso in Cina e dotato di un catalogo di oltre 70.000 commercianti tra cui Nike, Gap e ora pure la mela.

Il meccanismo di funzionamento è semplice: ogni marchio può disporre di una pagina specifica e ufficiale sul portale e godere di alcuni servizi, previo pagamento di una caparra, di un abbonamento annuale e di una commissione per ogni transazione. A differenza della pagina eBay di Cupertino, tuttavia, i prodotti non sono ricondizionati ma nuovi di magazzino. E la personalizzazione è talmente spinta che Apple.Tmall.com contempla perfino gli sconti in programma il 10 gennaio prossimo in occasione del Red Friday.

  • shares
  • Mail