AppLocker, l’hack per iPhone che protegge le app con Touch ID

Il jailbreak di iOS 7 è oramai alla portata di chiunque. E su Cydia è comparso un hack chiamato AppLocker che consente di proteggere col Touch ID tutte le applicazioni installate sul dispositivo.

Parliamo di

AppLocker è un’hack non ufficiale che permette di proteggere con password ogni singola applicazione installata sul proprio dispositivo. L’ultima versione, tuttavia, introduce per la prima volta il supporto al Touch ID di iPhone 5s.

Ora che esiste una soluzione di jailbreak per iOS 7 compatibile con tutti i gingilli della mela, gli hacker e gli sviluppatori smanettoni si stanno dando alla pazza gioia. AppLocker è un’estensione di sistema presente già da qualche tempo su Cydia che consentiva per l’appunto di bloccare specifiche app con la password alfanumerica desiderata; un’esigenza un po’ di nicchia, forse, ma molto utile in determinati contesti per proteggere ulteriormente la propria privacy. L’idea di usare al suo posto il sensore di impronte digitali dell’iPhone 5s rappresenta quindi una naturale evoluzione, e sembra anche funzionare piuttosto bene.

L’integrazione è altissima. Basta sfiorare l’applicazione da aprire -iOS chiederà quindi la password di blocco- e premere il tasto home con uno dei polpastrelli registrati su iPhone; e il gioco è fatto. Il tutto con la medesima fluidità con cui effettuate lo sblocco dell’iPhone, al momento l’unico uso ufficialmente consentito da Cupertino.

Chissà se in futuro Apple rilascerà API per espandere i campi d’azione del Touch ID, ma è interessante sapere che la via è di certo praticabile. Ovviamente, state attenti a quel che fate, perché le implicazioni sul lato della sicurezza di AppLocker sono attualmente sconosciute. Sentito da Cult of Mac, lo sviluppatore afferma che l’hack non accede ad alcuno dei dati di Touch ID conservati nell’area protetta del processore A7, ma va’ a sapere. AppLocker 2.2 può essere scaricato da Cydia attraverso il repo di ModMyi al costo di 0.99$.

Ti potrebbe interessare