HERE per iOS addio: Nokia rimuove le sue mappe da App Store

Here, le mappe di Nokia per iPhone e iPad, sono state rimosse dall'App Store. A quanto pare, per colpa di iOS che "danneggia l'esperienza utente."

nokia-here-rimosse-appstore

Probabilmente non ve ne siete neppure accorti, ma Nokia ha silenziosamente rimosso dall'App Store HERE, la propria soluzione di cartografia digitale per i dispositivi mobili Apple. La dolorosa decisione sarebbe stata presa in seguito a non meglio specificati cambiamenti in iOS 7 che "danneggiano l'esperienza utente." A riguardo, l'Indian Express scrive:

Raggiunto per una dichiarazione, il portavoce Nokia ha inviato all'Indian Express un comunicato ufficiale, in cui si legge: "Abbiamo deciso di rimuovere la nostra app di mappe HERE dall'App Store di Apple a causa di alcuni cambiamenti in iOS 7 che danneggiano l'esperienza utente. Gli utenti iPhone possono continuare ad usare la versione mobile Web delle mappe HERE all'indirizzo m.here.com che risponde a tutte le loro esigenze di localizzazione, con funzioni come la ricerca, l'orientazione, la navigazione, le informazioni sui mezzi pubblici e molto altro, tutto completamente gratis."

D'altro canto, e lo si legge pure sulla testata statunitense, HERE non è mai stato particolarmente gradita agli utenti. Era un'app piena di bug, rilasciata in fretta e furia e soprattutto mai aggiornata in oltre un anno di permanenza sullo store. Era inevitabile che suscitasse scarso interesse da parte del pubblico, il che a sua volta ha determinato il blocco degli investimenti da parte della società. È stata, in altre parole, un grande spreco di tempo e denaro.

Chissà se è davvero tutta colpa di iOS 7 come dicono, o se invece sussistono altre ragioni meno nobili per questa epurazione. Se lo chiedete a noi, il nuovo design e le nuove API di iOS 7 richiedevano un investimento in termini di sviluppo cui Nokia non desiderava far fronte; come noto, infatti, a partire dal 1 febbraio Apple non accetterà più app che non siano costruite con l’ultima versione di Xcode 5 e ottimizzate per l'ultima versione del suo OS mobile. E allora, viene da pensare, tanto valeva optare per una ritirata frettolosa che per una defenestrazione in pompa magna.

  • shares
  • Mail